L’Europa inclusiva che vogliamo

L'Unione Europea ha ratificato il 23 dicembre 2010 la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

«Per il nostro movimento, l’Europa è un punto di riferimento centrale per il diritto di cittadinanza e per la diffusione di una cultura basata sui diritti umani, ma dovrà sempre più diventare l’Europa dei Cittadini!»: a dirlo è Vincenzo Falabella, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), organizzazione che ha aderito alle iniziative del Movimento Federalista Europeo, per il sessantesimo anniversario dei Trattati che diedero vita all’attuale Unione Europea. Il tutto in linea con l’appello del Forum Europeo sulla Disabilità, per un’Europa realmente inclusiva

Quei nuovi LEA non sono applicabili!

Quei nuovi LEA non sono applicabili!

«I nuovi LEA risultano ancora lontani dall’essere applicabili ed esigibili: dovranno infatti esserci numerose Intese Stato-Regioni, sui cui tempi e sugli intenti ben poco è dato sapere e inoltre, in mancanza di risorse, gli stessi LEA potranno essere ridotti o applicati in modo progressivo»: è questa la dura presa di posizione di Vincenzo Falabella, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenza)

Una Giornata contro tutti i pregiudizi e le discriminazioni

Una realizzazione grafica elaborata per l'"ANFFAS Open Day 2017"

Compirà dieci anni, domani, 25 marzo, la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, manifestazione voluta dall’ANFFAS e basata sul tradizionale “ANFFAS Open Day”, che vedrà le tante strutture dell’Associazione aprire le porte alla cittadinanza, proponendo varie iniziative gratuite, con l’obiettivo principale di diffondere la cultura della disabilità basata sui diritti umani e di portare la collettività a contatto con una realtà molto distante da quella stereotipata che ancora troppo spezzo stigmatizza le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale

Docenti con disabilità: la cecità collettiva dell’ambiente e delle Istituzioni

Marco Condidorio è docente incaricato di Tiflologia all’Università del Molise e coordinatore della Commissione Nazionale per l’Istruzione e la Formazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti)

«La realtà dei docenti con disabilità – sottolinea Marco Condidorio, coordinatore della Commissione Nazionale per l’Istruzione e la Formazione dell’UICI – è “invisibile” per chi della scuola parla senza esserci dentro o, peggio, che, pur vivendola da amministratore, come taluni dirigenti scolastici, pensa che i docenti con disabilità rappresentino solo dei costi maggiori. Nello specifico, poi, dei docenti non vedenti, essi godono del “dono” dell’invisibilità soprattutto riguardo al diritto di avere strumenti e materiali per la didattica disciplinare, che siano accessibili e fruibili»

Il senso del vivere in assenza del vedere

Visione tattile di un'installazione artistica

«Partecipando alla nostra iniziativa di sensibilizzazione, formazione e promozione – scrive Silvana Piscopo, presidente dell’UNIVOC di Napoli – tanti studenti di varie età ed estrazione sociale, docenti accompagnatori, visitatori giunti attraverso il passaparola, hanno rilasciato commenti non di banale valore compensativo, sulla presunta “eccezionalità” dei ciechi, bensì riflessioni spontanee e significative sul senso del vivere in assenza del vedere, sul come è forte l’emozione del buio, sulla vera reciprocità che si stabilisce quando si superano i pregiudizi stereotipati»

Per un maggiore supporto alla prevenzione e alla riabilitazione della vista

"Visita dall'ortottista" (©SH - Association SPARADRAP)

C’è la convinzione di potere ulteriormente consolidare nell’opinione pubblica la cultura della riabilitazione e della prevenzione della vista, dietro al “Premio Società Mediterranea di Ortottica-IRIFOR AMGO”, cui potranno partecipare, fino al 31 marzo, tutti gli ortottisti – quei professionisti sanitari impegnati in campo oculistico, con particolare competenza nella prevenzione, nella valutazione e nella riabilitazione visiva e dei disturbi motori della visione – che desiderino appunto investire le proprie competenze nel settore della riabilitazione e della prevenzione della vista

Annullato il presidio di protesta del Comitato 16 Novembre

Laura Flamini, presidente del Comitato 16 Novembre ONLUS (Associazione Malati SLA e Malattie Altamente Invalidanti)

«Riteniamo che l’anticipata convocazione del Tavolo per la Non Autosufficienza al 29 marzo costituisca un preciso segnale al mondo della disabilità e auspichiamo che proprio da quella riunione del Tavolo arrivi un impegno concreto di Stato e Regioni, per il ripristino dei 50 milioni tagliati al Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze. Per questo abbiamo deciso di annullare il nostro presidio di protesta del 4 aprile a Roma»: si dichiara soddisfatto, il Comitato 16 Novembre, dopo un incontro avuto con il ministro Poletti e il sottosegretario Biondelli

L’autismo “invisibile” che si mostra

"Tutto esaurito" al primo incontro del ciclo dedicato ai genitori, organizzato a Verona dal Gruppo Asperger Veneto

Sono numeri che hanno sorpreso gli stessi organizzatori, quelli dei partecipanti al primo incontro del ciclo dedicato ai genitori, organizzato dal Gruppo Asperger Veneto, nato lo scorso anno per dare visibilità e diffondere informazione su tutto ciò che riguarda le persone con sindrome di Asperger, spesso definite anche come gli “invisibili dell’autismo”. «Numeri che fanno capire – sottolinea Giovanni Marcolini, presidente del Gruppo – come nella nostra Regione ci sia la necessità di informarsi e la voglia di trovarsi tra chi vive con questa sindrome, per mettersi in rete e non sentirsi soli»

Quante sono le persone private della libertà?

Quante sono le persone private della libertà?

Presentata ieri al Parlamento, la Relazione Annuale del Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale dedica ampio spazio anche a quei luoghi dove in genere l’ospitalità non viene percepita come privazione della libertà personale, ovvero una situazione che riguarda sin troppe persone con disabilità. E non mancano gli espliciti riferimenti alla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, nonché alle Osservazioni all’Italia da parte del Comitato delle Nazioni Unite che vigila sull’applicazione della Convenzione stessa

La vittoria di Chiara fa luce sui bisogni di ogni essere umano

Chiara Anghileri, giovane con sindrome di Down, ha vinto la medaglia d'oro nella gara del Super G ai Giochi Mondiali Invernali Special Olympics, in corso di svolgimento in Austria (foto di Simone Castrovillari)

«L’impresa di Chiara va oltre il valore sportivo, facendo luce sui bisogni di ogni individuo e di ogni essere umano: studiare, lavorare e fare sport, avere l’opportunità di far sentire la propria voce e di essere ascoltati»: è con la vittoria di Chiara Anghileri, giovane con sindrome di Down, ai Giochi Mondiali Special Olympics in Austria, che Special Olympics Italia – componente nazionale del movimento di sport praticato da atleti e atlete con disabilità intellettiva – ricorda la Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down di oggi, 21 marzo

Contributi dell’INPS a supporto delle persone con disabilità

È riservato ai lavoratori e ai pensionati del comparto pubblico il progetto dell’INPS denominato “Home Care Premium”, che ha recentemente aperto il proprio bando per il 2017 e che eroga prestazioni dirette e indirette a supporto dell’assistenza domiciliare delle persone con disabilità. A tale opportunità, il Servizio HandyLex.org dedica un ampio approfondimento – di cui suggeriamo senz’altro la consultazione – entrando nel dettaglio dell’iter da seguire, delle condizioni richieste e di tutti i possibili benefìci

Tutti sentano la mia voce, tutti ascoltino le mie opinioni

È sostanzialmente questo il messaggio della Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down che si celebrerà domani, 21 marzo, «un tema – viene sottolineato dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) – che ci è molto caro, alla luce del nostro impegno per il protagonismo attivo delle persone con sindrome di Down nella società». Rientrano nel medesimo percorso anche la raccolta fondi attuata dalla stessa AIPD, tramite i fiori Nontiscordardimé, e le tante iniziative del 21 marzo, tra cui due convegni a Roma, uno dei quali, organizzato dall’AIPD capitolina, sarà dedicato all’inserimento lavorativo

Scuola: la FISH chiede un confronto con il Ministero

«Le proposte delle Commissioni Parlamentari migliorerebbero certamente quei testi, ritenuti in origine largamente insoddisfacenti, e tuttavia, oltre alla preoccupazione sull’effettiva adozione dei suggerimenti da parte del Ministero, rimangono irrisolti alcuni elementi tutt’altro che marginali»: così il Consiglio Nazionale della Federazione FISH commenta i pareri espressi dalle preposte Commissioni della Camera sugli Schemi dei Decreti Attuativi della Legge sulla “Buona Scuola” e chiede un confronto urgente con la ministra Fedeli, per ottenere garanzie in particolare su alcuni punti

Tagli ai Fondi: bene il cambio di rotta, ora procedere con i fatti

Si dichiara «cautamente soddisfatto» Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, dopo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e le Regioni hanno espresso la volontà di evitare i pesanti tagli al Fondo Nazionale per Politiche Sociali e a quello per le Non Autosufficienze, annunciati in queste settimane. Si attendono ora precisazioni su dettagli, tempi e modalità del reintegro dei Fondi, anche con atti ufficiali, come chiede il Comitato 16 Novembre, pronto, in caso contrario, a confermare il proprio presidio di protesta del 4 aprile a Roma