Spieghiamo la disabilità visiva ai ragazzi delle scuole

Spieghiamo la disabilità visiva ai ragazzi delle scuole

Prenderà il via tra qualche giorno il progetto denominato “A prima vista”, realizzato dall’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), nell’àmbito di un bando indetto dal Consiglio Regionale del Piemonte, il cui obiettivo è quello di far conoscere la vita delle persone cieche e ipovedenti agli allievi delle scuole primarie e secondarie della Provincia di Torino, tramite lezioni interattive, incontri con le persone con disabilità, laboratori ed esperienze pratiche, che consentano di mettersi per qualche istante nei panni di chi non vede o vede poco

La FISH e il reddito di cittadinanza: così proprio non va!

La FISH e il reddito di cittadinanza: così proprio non va!

«Alle moltissime persone che già ci contattano in queste ore dovremo innanzitutto spiegare che l’annunciato aumento delle pensioni di invalidità non trova alcuna concretezza nella misura approvata dal Governo»: non usa mezzi termini Vincenzo Falabella, presidente nazionale della Federazione FISH, nel commentare il testo del Decreto Legge sul reddito di cittadinanza approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che non ha accolto alcuno degli emendamenti migliorativi proposti nei giorni scorsi dalla stessa FISH

Anche l’ANMIC prende posizione: penalizzate le persone con disabilità

Nazaro Pagano, presidente nazionale dell'ANMIC

Dopo la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), anche l’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) prende posizione nei confronti del Decreto Legge sul reddito di cittadinanza approvato dal Consiglio dei Ministri. «Tanto rumore per nulla – si legge infatti in una nota dell’Associazione -: dopo mesi di ripetute promesse sul nuovo reddito di cittadinanza, provvedimento che avrebbe “automaticamente” innalzato tutte le misere pensioni di invalidità, ancora ferme a 285 euro al mese, prevale oggi fra i disabili italiani delusione e sconcerto»

Sono diventate trecento le stazioni del Circuito Sale Blu

Una persona con disabilità in carrozzina davanti alla Sala Blu della Stazione di Trani in Puglia

Diventano trecento, alla luce dell’inserimento di venti nuovi scali in dodici Regioni italiane, le stazioni ferroviarie del Circuito Sale Blu, che fornisce assistenza ai viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità. Sono inoltre già trenta le cosiddette stazioni “fast”, per le quali è sufficiente una sola ora di preavviso per la prenotazione del servizio

I tablet e le applicazioni didattiche per gli alunni con autismo

Il giovane allievo con autismo di Luisa De Simone alle prese con l'app "Animali - Indovina tutti i mammiferi e gli uccelli"

«La tecnologia informatica – scrive l’insegnante Luisa De Simone – mostra enormi potenzialità e può costituire un valido supporto alla metodologia didattica in presenza di alunni con disturbo dello spettro autistico. Tramite una serie di applicazioni, ad esempio, il tablet può essere molto utile sia per la strategia di rinforzo, sia come strumento di apprendimento». È quindi la stessa De Simone ad illustrare in questo approfondimento le applicazioni rivelatesi più efficaci per l’apprendimento di un suo alunno con autismo, in àmbito di animali, geografia, musica e tecnologia

Stiamo facendo appassionare le persone al tema dell’accessibilità universale

Stiamo facendo appassionare le persone al tema dell’accessibilità universale

Lo dichiara Simona Petaccia, presidente dell’Associazione Diritti Diretti, alla luce del crescente successo di “Turismi accessibili: giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere”, concorso promosso dalla stessa Diritti Diretti, alla cui quarta edizione si potrà partecipare fino a metà maggio. E quest’anno c’è anche l’importante novità dell’apertura a chi risiede fuori dei confini italiani. Pur restando infatti concentrato sul turismo accessibile in Italia, il concorso consentirà di partecipare anche a professionisti, aziende ed enti non italiani

Ancora invisibili ai datori di lavoro e alla società

Ancora invisibili ai datori di lavoro e alla società

Pregiudizi, una perdurante percezione “medica” e anche un accesso ancora modesto alla formazione inclusiva: questi i principali motivi dell’esclusione ancora sostanziale delle persone con disabilità dal mondo del lavoro, individuati durante un incontro promosso dal Gruppo di Studio sulla Disabilità del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo), organo consultivo dell’Unione Europea. Eppure, come hanno ben dimostrato due buone prassi presentate in tale occasione, basterebbe spostare l’attenzione dalle limitazioni alle competenze…

“Uno sguardo raro” racconta tante storie di persone reali

Una delle immagini-simbolo della quarta edizione del Festival "Uno sguardo raro"

«Questi film inseriscono le informazioni cliniche, spesso astratte e terribili, in un contesto di persone reali, che vivono le loro vite, conferendogli una potenza travolgente. E questa è una grande forza!»: a dirlo sono le promotrici di “Uno sguardo raro”, il Festival di Cinema Internazionale sul tema delle Malattie Rare, la cui quarta edizione vivrà a Roma, tra fine gennaio e inizio febbraio, il proprio atto conclusivo, potendo contare su una crescita sempre più dirompente, grazie alla partecipazione di oltre 800 opere, provenienti da 83 Paesi, dal Giappone all’Italia

Accessibilità dei musei: investimenti minimi garantiscono grandi risultati

Un interno della Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma

«Il rapporto costi/benefici dei progetti di accessibilità museale realizzati negli ultimi anni è il migliore possibile: investimenti minimi garantiscono grandi risultati!»: a dirlo è Cristiana Collu, direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, struttura che già da tempo ha scelto di abbracciare la concezione del “per tutti” nelle proprie sale, anche tramite alcuni specifici progetti

Viaggio all’interno dell’ADHD

Viaggio all’interno dell’ADHD

Verrà presentato domani, 17 gennaio, a Roma, il libro di Anna Maria Sanders “Non ci sto più dentro! Diario di un bambino con ADHD e dei suoi stremati compagni di viaggio”, pubblicazione particolarmente interessante, perché in essa a raccontarsi in prima persona è proprio un ragazzo di 11 anni con ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività), che lo fa attraverso gli occhi dei suoi genitori, dei suoi insegnanti e dei compagni di vita

La Locanda dei Girasoli è un patrimonio da non disperdere

Alcuni giovani con disabilità della Locanda I Girasoli di Roma

Nata nell’ormai lontano 1999, ma conosciuta e apprezzata a livello nazionale e internazionale quale esempio di imprenditoria sociale, che consente a un bel gruppo di giovani con disabilità intellettive di misurarsi nel loro percorso di inserimento lavorativo, la Locanda dei Girasoli di Roma chiede alle Istituzioni della propria città di poter avere un futuro, grazie a una sede più adeguata a quella attuale. In tal senso, una petizione lanciata nel web si rivolge direttamente a Virginia Raggi, sindaca di Roma, che qualche tempo fa si era impegnata in televisione a trovare una soluzione

L’accessibilità delle pubblicazioni nel settore bancario

«Confronti utili a favorire lo scambio reciproco di informazioni ed esperienze sui temi dell’accessibilità editoriale alle persone con disabilità visiva, secondo la logica della massima fruibilità di prodotti, canali, strumenti e servizi bancari, con la promozione di iniziative formative e info-educative finalizzate a diffondere le informazioni e i temi emersi dai confronti stessi»: è questo l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto tra l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e la Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili)

Anche il Comune di Bergamo nel lungo elenco di chi ha aderito a quel Manifesto

Si deve soprattutto all’impegno della UILDM di Bergamo (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), se anche il Comune di Bergamo – come già hanno fatto tante altre organizzazioni ed enti – ha aderito al “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, tramite una Deliberazione del Consiglio Comunale che impegnerà tra l’altro il Sindaco e la Giunta della città orobica «a diffondere la conoscenza del suddetto Manifesto fra i cittadini affinché si diffonda l’ottica di genere nell’approccio alle problematiche legate alla disabilità»

Inclusione contro esclusione

«Sottratte ai processi di esclusione e di rifiuto, le persone con disabilità dei Laboratori d’Arte di Sant’Egidio sono bene in grado di comprendere e rappresentare l’esclusione degli altri»: sta soprattutto in questo il senso della mostra “Inclusion/Exclusion”, presente al Vittoriano di Roma e promossa dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Polo Museale del Lazio. I protagonisti dell’iniziativa, infatti, sono cinquantadue persone con disabilità dei Laboratori d’Arte di Sant’Egidio, insieme all’artista visuale César Meneghetti

La situazione precaria degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione

«Lavoriamo con gli alunni con disabilità nelle scuole di ogni ordine e grado da venticinque anni, senza avere un giusto riconoscimento della nostra professione e senza sicurezze contrattuali ed economiche. Chiediamo che la nostra figura professionale sia prevista all’interno dell’organico scolastico, in modo tale da assicurare agli alunni con disabilità una scuola inclusiva per tutto l’anno»: è questa la sostanza di una petizione lanciata nel web da alcuni assistenti all’autonomia e alla comunicazione