Per sconfiggere l’incontinenza, grande problema sociale ed economico

Per sconfiggere l’incontinenza, grande problema sociale ed economico

È grandemente diffusa (5 milioni di persone ne soffrono nel nostro Paese, di cui 3 milioni di donne) e incide pesantemente sulla qualità e la quantità di vita di chi ne è colpito: è l’incontinenza, alla quale sarà dedicata il 28 giugno la XIII Giornata Nazionale e per la quale le Associazioni chiedono tra l’altro Centri Riabilitativi dedicati, Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali ad hoc e una Legge Nazionale

Un altro ospedale nella rete di chi sa accogliere le persone con disabilità

Una parte dei componenti dell'équipe multidisciplinare istituita nell'àmbito del CAD (Centro Accoglienza Disabilità) dell'Ospedale Santa Maria di Terni, per la presa in carico delle persone con disabilità complessa

La spinta decisiva era arrivata da un convegno tenutosi lo scorso anno, dalle cui sollecitazioni l’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni ha proseguito nel percorso che l’ha portata a fare entrare il proprio CAD (Centro Accoglienza Disabilità) nella rete nazionale dei Progetti “DAMA” (“Disabled Advanced Medical Assistance”, ovvero “Assistenza medica avanzata alle persone con disabilità”), modello nato nel 2001 all’Ospedale San Paolo di Milano, ma diffusosi poi in altre strutture del nostro Paese, per dare una risposta alle esigenze specifiche delle persone con disabilità grave e gravissima

Parti disuguali tra uguali? No, grazie!

Parti disuguali tra uguali? No, grazie!

«Giudichiamo incomprensibile – è stato scritto dal Gruppo Solidarietà in una lettera inviata ai principali rappresentanti istituzionali della Regione Marche – la scelta di destinare i 2 milioni del Fondo Solidarietà per il 2018 – che sostiene i maggiori costi affrontati dagli utenti e dai Comuni per una serie di servizi sociosanitari – ai soli servizi residenziali per soggetti con problematiche di tipo psichiatrico. Ciò determina infatti l’esclusione di numerose persone con disabilità, mentre l’unico criterio da adottare dovrebbe essere quello delle necessità, iniziando da chi ha più bisogno»

Un soggiorno all’insegna del benessere, dell’autonomia e della cultura

Persone con disabilità visiva in vacanza al mare

Favorire occasioni di benessere alle persone, potenziarne le prestazioni fisiche grazie alle attività sportive, rafforzarne e stimolarne le capacità comunicative ed espressive: sono gli obiettivi della “Settimana Giovani 2018”, in corso a Rivabella di Rimini, a cura del Comitato Regionale Giovani dell’UICI, fino al 30 giugno, cui partecipano quindici villeggianti con disabilità visiva di tutte le età, da soli oppure in compagnia di amici, familiari o conoscenti. E non saranno solo giorni di mare, sabbia e sole, essendo previste anche gite al Museo Omero di Ancona, a San Marino e a San Leo

La società, la disabilità e altro: riflessioni con una psicologa e psicoterapeuta

La società, la disabilità e altro: riflessioni con una psicologa e psicoterapeuta

Temi caldi come il bullismo, la dipendenza da internet, ma anche la difficoltà di stare vicino a una persona depressa e le resistenze ancora presenti in tante persone che hanno paura del giudizio degli altri se si rivolgono ad uno psicologo: di questo e altro abbiamo parlato con Stefania Salti, psicologa e psicoterapeuta. Quando poi le abbiamo fatto notare la “curiosità” di una psicoterapeuta in carrozzina, lei – che collabora anche con l’Associazione ASAMSI – ci ha risposto di non avere mai avvertito momenti di imbarazzo con i pazienti, semmai ha avvertito il pregiudizio di qualche collega

La Prima Giornata Nazionale dei Sordociechi

L'immagine-simbolo della Prima Giornata Nazionale dei Sordociechi

Sono stati l’UICI e la Lega del Filo d’Oro a lanciare la Prima Giornata Nazionale dei Sordociechi, con l’obiettivo di «richiamare l’attenzione su questa categoria di persone che meritano maggiore impegno da parte degli organi e delle istituzioni italiane, consentendo loro una maggiore integrazione e partecipazione alla vita sociale». Il tutto nel ricordo di Helen Keller, celebre scrittrice, attivista e insegnante statunitense sordocieca. A sostanziare l’evento vi sarà un importante convegno, in programma per il 27 giugno a Roma, presso Palazzo Giustiniani del Senato

Discriminazioni e disabilità: una Legge applicata troppo poco

Discriminazioni e disabilità: una Legge applicata troppo poco

Ogni giorno e in ogni àmbito della loro vita, le persone con disabilità subiscono episodi di discriminazione: succede agli alunni e agli studenti che non ottengono un adeguato numero di ore di assistenza, alle persone in carrozzina che si spostano con i mezzi pubblici, a coloro che devono pagare quote eccessive di compartecipazione alla spesa sociosanitaria. Tutte situazioni sanzionate dalla Legge 67 del 2006, che però, a dodici anni dalla sua entrata in vigore, viene applicata ancora troppo poco nei Tribunali italiani, come dimostra anche una ricerca condotta dalla Federazione LEDHA

Cambio della guardia all’Associazione Paratetraplegici del Nordest

Michele Maglio, nuovo presidente dell'APN (Associazione Paratetraplegici del Nordest)

«La nascita della nostra Associazione ha finalmente dotato il Veneto Occidentale di una propria rappresentatività sia a livello regionale che nazionale, grazie all’associazione alla FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici) e alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)»: lo ha dichiarato Giampiero Licinio, nella sua relazione conclusiva, prima di passare a Michele Maglio la guida dell’APN (Associazione Paratetraplegici del Nordest)

Non semplici disservizi, ma vere discriminazioni per cui chiedere giustizia

Non semplici disservizi, ma vere discriminazioni per cui chiedere giustizia

Quante volte i bagni di un locale pubblico sono inaccessibili oppure chiusi per via di una cattiva organizzazione? Nel caso però di una persona con disabilità recatasi in un Autogrill e rivoltasi poi alla SIDIMA (Società Italiana Disability Manager), c’è un fatto nuovo ed è che si può avere giustizia, ottenendo anche un risarcimento. «Siamo così abituati a subire disservizi di ogni genere che li riteniamo “normali” e irrisolvibili – commenta Rodolfo Dalla Mora, presidente della SIDIMA – e invece anche queste sono discriminazioni, per le quali possiamo ottenere giustizia»

La persona giusta al posto giusto? Si può fare!

Una lavoratrice con sclerosi multipla

Sullo stesso percorso dei vari appuntamenti di questo periodo dedicati all’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, si colloca l’incontro pubblico intitolato “Partiamo dalle buone prassi di inclusione lavorativa e sociale delle persone con disabilità: la persona giusta al posto giusto? Si Può Fare!”, promosso per il 25 giugno a Cagliari dall’ABC Sardegna (Associazione Bambini Cerebrolesi) e organizzato dalla start-up Inclusion, con il patrocinio della FISH Nazionale (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Attraverso lo Stretto, per lanciare una sfida alla sclerosi multipla

Cristina Guidi è uno dei tre volti della campagna "#SMuoviti", lanciata quest’anno dall'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), per celebrare i cinquant’anni della propria attività

Nella mattinata di oggi, 21 giugno, tenta la traversata dello Stretto di Messina, per lanciare una nuova sfida alla sclerosi multipla, con la quale convive da sette anni: è Cristina Guidi, trentaseienne romana, che si misurerà in questa avventura, promossa dalle Associazioni Nuotando Con Amore di Roma e Baia di Grotta di Messina, in collaborazione con l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla). Cristina, infatti, è uno dei tre volti della campagna denominata “#Smuoviti”, lanciata quest’anno dalla stessa AISM, per celebrare i cinquant’anni della propria attività

Soggiorni estivi, per una vacanza al di là delle barriere

«I nostri soggiorni estivi – spiegano dalla Lega del Filo d’Oro – permettono alle persone sordocieche e pluriminorate sensoriali di fare nuove esperienze e di uscire in tal modo dall’isolamento, acquisendo maggiore autonomia». Ed è proprio così: sono infatti realmente una preziosa opportunità per vivere un periodo di incontro, socializzazione e conoscenza, i soggiorni estivi organizzati dalla “storica” Associazione nata nelle Marche, in programma quest’anno a Senigallia (Ancona), Giulianova (Teramo) e Pinzolo (Trento)

Per dare piena compiutezza alla Convenzione ONU

«Il faro del nostro lavoro sarà la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, con l’obiettivo di dare piena compiutezza alla ratifica della stessa, avvenuta con la Legge 18 del 2009»: lo ha dichiarato Vincenzo Zoccano, sottosegretario alla Famiglia e alle Disabilità, durante un incontro con una delegazione della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità). Dal canto suo, il ministro Lorenzo Fontana ha lanciato la proposta di un tavolo di confronto tra il Ministero e le Associazioni

Vivere con la SLA senza barriere e con la più alta qualità di vita possibile

È “SLA senza confini” il tema scelto anche quest’anno per la Giornata Mondiale sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica di domani, 21 giugno, allo scopo di sottolineare la necessità, per le persone affette da questa grave malattia, di vivere senza barriere e di avere accesso alla più alta qualità di vita possibile. Per abbattere simbolicamente (e non solo) quei “confini”, l’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), una cui delegazione viene ricevuta oggi da Papa Francesco, ha promosso una serie di iniziative, tra cui la navigazione a Piombino di un veliero accessibile

ANFFAS: l’impegno per i diritti e il protagonismo delle persone con disabilità

Ricordi, commozione, approfondimenti e anche adempimenti istituzionali: sono state tre giornate intense, quelle che hanno coinciso con l’Assemblea Annuale dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e con la grande festa celebrativa per il sessantennale dell’Associazione. Ancora una volta, però, uno solo è stato il comune denominatore, quello cioè di impegnarsi nella difesa dei diritti delle persone con disabilità, all’insegna del pieno protagonismo e della piena partecipazione di queste ultime alla vita associativa