Riprenderemo le pubblicazioni regolari il 22 agosto

Riprenderemo le pubblicazioni regolari il 22 agosto

Buone vacanze e buona estate a tutti i Lettori. La redazione di «Superando.it» si prende qualche settimana di pausa. Riprenderemo le pubblicazioni regolari da lunedì 22 agosto, pur potendo dare spazio, anche in questo periodo, ad eventuali “Ultim’Ora” di particolare urgenza e attualità

Presentato il Telefono Blu per l’autismo

Presentato il Telefono Blu per l’autismo

Presentato in questi giorni, il Telefono Blu è un progetto finanziato con i fondi della campagna “#sfidAutismo”, lanciata in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo. Si tratta di una linea telefonica gratuita attivata dall’Associazione ANGSA, voluta per sostenere e orientare le famiglie con persone autistiche, ma rivolta anche a insegnanti e operatori sociali. Durante la stessa conferenza stampa, la Fondazione Italiana per l’Autismo ha anche reso noto di avere ricevuto quasi 300 progetti sulla ricerca, sul sociale e sull’inclusione scolastica

La situazione dei Malati Rari nel nostro Paese

Un "giovane adulto" affetto da una Malattia Rara, insieme a una congiunta

Verrà presentato il 26 luglio a Roma, da UNIAMO-FIMR (Federazione Italiana Malattie Rare), “MonitoRARE. Secondo Rapporto sulla condizione delle persone con Malattia Rara in Italia”, documento dettagliato sullo stato dell’arte del contesto delle Patologie Rare in Italia, con un focus specifico su alcune recenti novità legislative e sanitarie. L’occasione sarà anche utile per la presentazione di un Disegno di Legge sull’’inserimento lavorativo delle persone con Malattie Rare e per una sperimentazione “sul campo” del gioco-dibattito europeo “Play Decide”

Per un mondo dei diritti per tutti

L'immagine del manifesto utilizzato dall'AIFO, per il proprio XXVI Convegno Internazionale, dedicato al tema "Costruire fratellanza. Per un mondo dei diritti per tutti e una società dell’inclusione"

«L’oggetto della fratellanza – scrive Francesco (Franco) Colizzi – è il valore dei valori, cioè il valore vivente che è la persona, ogni persona. Lo si scopre come una folgorazione nelle vicende estreme di antifraternità, come la guerra, le politiche eliminazioniste, il terrorismo». E con una trattazione di alto profilo che parte “da molto lontano” e che ben volentieri presentiamo ai Lettori in un’epoca cupa come quella attuale, racconta perché «occorre fare molto spazio all’educazione alla fratellanza, meta irrinunciabile di ogni essere umano per il compimento della propria vita»

Indebolito l’Atto Europeo sull’Accessibilità

Il presidente dell'EDF (European Disability Forum) Yannis Vardakastanis

«Negare alle persone con disabilità l’accesso ai programmi televisivi e ai libri digitali è un’evidente discriminazione e una violazione della Convenzione ONU»: sia Yannis Vardakastanis, presidente del Forum Europeo sulla Disabilità, che Rodolfo Cattani, rappresentante dell’Unione Europea dei Ciechi e Mario Barbuto, presidente dell’UICI, commentano duramente la decisione della Commissione Cultura del Parlamento Europeo di rimuovere i servizi di media audiovisivi, programmi televisivi ed e-book dalla proposta di Atto Europeo sull’Accessibilità

Preoccupante aumento delle denunce di infortuni sul lavoro

Non va mai dimenticato che ogni anno, nel nostro Paese, sono numerose le persone che diventano disabili a causa di un infortunio sul lavoro

Secondo gli ultimi dati prodotti dall’INAIL, sono 7.400 in più, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, gli infortuni sul lavoro denunciati nei primi cinque mesi del 2016. «Una crescita che desta preoccupazione», commenta Franco Bettoni, presidente dell’ANMIL, che chiede di non abbassare la guardia né sul fronte della cultura della sicurezza, né su quello del contrasto a forme diffuse di inciviltà, come il caporalato, lo sfruttamento e il “lavoro nero”, per invertire la tendenza di un fenomeno che ogni anno rende disabili numerose persone del nostro Paese

I richiedenti asilo, i rifugiati e la disabilità

Un rifugiato con disabilità giunto nel nostro Paese

Lo SPRAR è il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, istituito da una Legge del 2002, che si compone di una rete strutturale di Enti Locali i quali accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo (FNPSA), per realizzare – grazie al supporto di realtà del Terzo Settore – progetti di accoglienza integrata, destinati a richiedenti protezione internazionale, rifugiati, titolari di protezione sussidiaria e umanitaria. Tra questi vi sono anche numerose persone con diversi tipi di disabilità

Tutti “Aspasso” con la bici

La bici speciale "Aspasso"

Si chiama infatti proprio “Aspasso” la bici speciale arrivata da qualche mese a Senigallia (Ancona) e a Bologna, oltre ad avere partecipato a una serie di manifestazioni, che permette alle persone con disabilità motoria di essere accompagnate senza spostarsi dalla carrozzina. Si tratta di un mezzo leggero e semplice da usare, con la carrozzina che in pochi secondi viene agganciata in sicurezza. Grazie poi a un sistema di pedalata assistita e di retromarcia, tutti possono guidare la bici senza sforzo e condurre la persona con disabilità a destinazione

Il Governo deve rispettare le leggi sull’accessibilità digitale

Il Governo deve rispettare le leggi sull’accessibilità digitale

«A violare in modo palese la normativa vigente in materia di accessibilità digitale sono proprio gli Atti del Governo sottoposti a parere parlamentare, vale a dire schemi di decreti legislativi, disegni di legge di iniziativa governativa oltre alla stessa Legge di Stabilità»: lo denunciano congiuntamente, ancora una volta, i Presidenti dell’UICI e della FISH, che scrivono al Presidente del Consiglio e al Ministro per i Rapporti con il Parlamento, chiedendo «di ripristinare le garanzie di accessibilità, e quindi di democrazia»

Con le carrozzine che volano e il cuore che corre

La Nazionale Italiana di wheelchair hockey che ha vinto la medaglia d'argento ai Campionati Europei in Olanda (©Photo Studio - PS)

«Il wheelchair hockey (hockey in carrozzina elettrica) – scrive Claudio Arrigoni – è una disciplina meravigliosa. Una di quelle che fanno capire la straordinaria unicità dello sport paralimpico. Ci sono anche atleti che muovono appena qualche muscolo, della testa o della mano. Campioni». E campioni sono stati gli Azzurri che in Olanda hanno conquistato un prestigioso e “storico” secondo posto ai Campionati Europei, «ragazzi con le sedie a rotelle che volano e il cuore che corre», come scrive Andrea Venuto, che qualche anno prima aveva vinto la medaglia di bronzo

Cinque ragazze con disabilità “star” di una TV della Germania

Sarà certamente un’esperienza da ricordare, quella vissuta da Anita, Alexandra, Heidi, Marion e Magdalena – giovani altoatesine con disabilità motoria le prime tre, con disabilità sensoriale le altre due – che partcipando a un’escursione sui sentieri del Lago di Garda, a un’uscita in barca a vela e a un’arrampicata sportiva, hanno fatto parte del cast di un programma televisivo dell’emittente tedesca ZDF Kika, dopo essere state segnalate dalla Cooperativa Sociale Independent L. di Merano (Bolzano)

Accelerare l’iter della Legge sull’incontinenza

Coinvolge 5 milioni di persone, incidendo pesantemente sulla loro qualità e quantità di vita, con costi sanitari e sociali stimati in 2,5-3 miliardi di euro, tra oneri pubblici e privati: bastano solo questi dati a qualificare l’incontinenza urinaria e fecale come una vera e propria piaga sociale del nostro Paese. Per questo Francesco Diomede, presidente della FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico), auspica un rapido iter al Senato, per la prima Proposta di Legge Nazionale, pubblicamente presentata poco meno di un mese fa

“Nuovi” LEA: aprire subito un confronto con le Associazioni

«Un’occasione persa, un provvedimento completamente da rivedere»: non usa mezzi termini, l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), nell’esprimersi sullo schema di Decreto riguardante i nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenza), rispetto al quale «lancia un pressante e urgente richiamo al Governo, per aprire immediatamente un confronto con le Associazioni maggiormente rappresentative, affinché quel testo venga integralmente ricalibrato»

Strutture (e autisti) a misura di non vedenti

È stata un’iniziativa decisamente utile, quella che ha portato l’Associazione Blindsight Project a incontrare il Presidente di Dolomitibus, società di trasporto pubblico locale del Bellunese, per evidenziare alcune criticità mai risolte, riguardanti le persone non vedenti, e che potrebbero prossimamente trovare delle soluzioni. Un’iniziativa all’insegna del dialogo, da proporre senz’altro anche in altre città del nostro Paese