L’inclusione lavorativa

Questo è il tema di un incontro organizzato dalla Regione Veneto il 16 febbraio presso il Palazzo Opere Sociali di Vicenza

Nuove sfide dell’inclusione. Identità, attori e sistema dei servizi per l’integrazione lavorativa delle persone svantaggiate: questo è il titolo completo dell’appuntamento di Vicenza (mercoledì 16 febbraio, dalle 9 alle 17.30, presso il Palazzo Opere Sociali, Piazza Duomo), voluto dall’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali, dall’Assessorato Regionale alle Politiche dell’Occupazione, dall’Osservatorio Regionale Handicap e dal SIL (Servizio di Integrazione Lavorativa) – Coordinamento Regionale.

Alle relazioni scientifiche di Michela La Rosa, ordinario di Sociologia del Lavoro dell’Università di Bologna, Enrico Montobbio, fondatore del Centro Studi per l’integrazione lavorativa dell’ASL 3 di Genova, Luca Fazzi, docente di Politica Economica e Sistemi di Welfare dell’Università di Trento, Sociologia e Sergio Rosato, direttore di «Veneto Lavoro» – che verteranno rispettivamente sulla qualità del lavoro e sull’analisi degli ultimi trent’anni di collocamento obbligatorio – seguiranno i workshop, sui seguenti argomenti: l’integrazione tra politiche sociali e politiche del lavoro; l’impresa sociale e l’inserimento lavorativo; le parti sociali e l’associazionismo per l’integrazione lavorativa.
Per la sessione plenaria è prevista la presenza di un interprete del linguaggio dei sensi.Una donna al lavoro davanti a un pc

È possibile scaricare il volantino riguardante l’iniziativa, in formato pdf, sul sito Veneto Sociale.
(B.P.)

[Nota 1]: Per informazioni: Osservatorio Regionale Handicap c/o Azienda ULSS 17 Este
Tel. 0429 788749/8752; fax 049 788624; oss.handicap@ulss17.it
 [torna indietro]
Stampa questo articolo