A Trieste corso per addetti di segreteria

Ottocento ore davanti al computer per imparare archiviazione, composizione di lettere, utilizzo della posta elettronica e tutto quello che serve per un lavoro di segreteria. Lo hanno organizzatola UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) di Trieste e l’associazione Villaggio del Fanciullo di Opicina

tastiera e mause di un pcLa Regione Friuli Venezia Giulia ha dichiarato che si tratta del primo progetto di questo genere: un corso di formazione lavorativa, reso possibile dai contributi del Fondo Sociale Europeo – messi a disposizione dalla stessa Regione – destinato a persone con disabilità fisico-motoria.

La Sezione UILDM di Trieste ha messo la sede: un’aula inaugurata nel febbraio scorso, messa a punto grazie ai contributi della Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Trieste), dotata di otto postazioni informatiche più quella dell’insegnante, videoproiettore e altra attrezzatura.
I software e la strumentazione utilizzata rendono accessibile l’utilizzo dei computer: riconoscimento vocale, trackball al posto del mouse, tastiere modificabili per esigenze personalizzate.
Dal cantro suo, il Villaggio del Fanciullo ha offerto la propria competenza in ambito formativo, essendo da tempo accreditato come ente di formazione presso la Regione.

Il corso è già iniziato e dovrebbe concludersi nel prossimo mese di settembre. Otto studenti, alcuni soci UILDM e altre persone individuate dal SIL di Trieste (Servizio di Integrazione Lavorativa) stanno partecipando alle lezioni, più di metà delle quali si svolgerà nella sede sopra descritta.
Il tempo rimanente sarà dedicato a un percorso a domicilio che sfrutterà le possibilità offerte da internet e svilupperà le competenze del lavoro in rete.

A tutti i destinatari dell’iniziativa è offerta anche la possibilità di accedere gratuitamente alle cure fisioterapiche del Centro di Riabilitazione della UILDM giuliana. Questa decisione è stata presa tenendo conto delle conseguenze fisiche che si riportano dopo alcune ore trascorse innanzi a un computer.
Il Centro di Riabilitazione, in attesa dell’inaugurazione ufficiale, è all’avanguardia ed è in grado di rivolgersi non solo a pazienti miodistrofici ma a tutte le persone affette da malattie neuromuscolari.

Infine, Livio Bonetti, presidente della UILDM di Trieste ed esponente della Commissione Provinciale per l’inserimento delle persone disabili, spiega che si stanno attivando accordi con Comune e Provincia di Trieste per introdurre nel mondo del lavoro alcuni studenti del corso. (B.P.)

 

Stampa questo articolo