Dalla Liguria alla Sardegna, mare per tutti

Arriva in Sardegna il progetto “Mare per tutti”, nato a Savona sei anni fa, che è stato presentato presso il porto di Santa Maria Navarrese, il primo realmente accessibile dell’isola

Panorama di mare con barca a velaIl progetto Mare per tutti parte a Savona nel 1999 da una collaborazione tra la Lega Navale e il  Comune della città ligure. In seguito, grazie alla collaborazione della società Mare Forza Dieci,  l’idea si sviluppa ulteriormente fino a coinvolgere, dal 2004, numerose persone con disabilità, facilitandone l’accesso al mare. Per loro infatti, oltre alla navigazione sul Grillo, la barca didattica di Mare Forza Dieci, è oggi possibile fruire del mare anche praticando la barca a vela 2.4, la moto d’acqua, la canoa polinesiana e l’handikayak.

Ora questa bella esperienza è arrivata anche in Sardegna, grazie all’ospitalità del Comune di Baunei (Nuoro), con una manifestazione dell’11 giugno, presso il porto di Santa Maria Navarrese, il primo realmente accessibile dell’isola.
In tale occasione, la società Mare Forza Dieci è stata chiamata ad esportare l’esperienza maturata con successo nella propria realtà.
All’interno di una tensostruttura appositamente allestita in porto, con il sindaco di Baunei Angela Corrias e il presidente della Provincia Ogliastra Piero Carta a fare gli onori di casa, i responsabili del progetto (Mauro Solinas, presidente di Mare Forza Dieci, con Luca Losio dell’Unità Spinale di Pietra Ligure, Davide Pesce e Luca Buffa del Cesavo – Centro Savonese di Servizi per il Volontariato) hanno spiegato le motivazioni e le finalità dell’iniziativa al numeroso pubblico intervenuto dall’intera regione.
Era presente anche il primario dell’Unità Spinale Unipolare di CagliariGiuliana Campus, con un gruppo di collaboratori, fisioterapisti e infermieri, venuti appositamente dalla città, nonostante la distanza dal capoluogo sardo, assieme ad un gruppo di persone con sclerosi multipla, accompagnate dai volontari dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) di Cagliari.
Particolarmente significativo il contributo di Giacomo Marezzi, direttore commerciale della società Progettiamo Autonomia di Reggio Emilia, anch’egli persona con disabilità, che ha sottolineato come la sua azienda intenda concentrarsi sul miglioramento della qualità di vita.

Al termine del convegno si è tenuta la dimostrazione del sollevatore Pequod, realizzato dalla ditta danese Guldmann e installato in banchina in modo permanente, in modo tale da permettere l’accesso a persone con disabilità a bordo di un gommone o di una canoa.

Se quindi per le autorità istituzionali presenti si è trattato di una grande occasione di riflessione sull’attuale situazione dei servizi per disabili sul territorio, per il sindaco di Baunei Corrias e per il presidente del Porto Giuseppe Simone, la giornata ha coinciso con la consapevolezza di possedere il primo porto accessibile della Sardegna.
Per Mare Forza Dieci, infine, l’iniziativa ha consentito senz’altro di allargare l’esperienza maturata localmente a vantaggio di altri porti e marine.
(S.B.)

Per informazioni:
Mare Forza Dieci, Via Cesare Battisti, 4, 17100 Savona
tel. 019 8313222, mareforza10@provincia.savona.it
Ufficio Stampa: responsabile Beatrice Paci
tel. 019 8489981 – 347 7600182
beatrice.paci@libero.it – www.mareforzadieci.it

Stampa questo articolo