- Superando.it - http://www.superando.it -

Capodarco in festa

La Comunità di Capodarco, impegnata dal 1966 nel sostegno delle categorie sociali più fragili, è presente non solo in diverse regioni italiane, ma anche all’estero, in Europa, in America Centrale e in Africa.
Quale modo migliore, dunque, di una grande festa, per riunire figure che operano lontane le une dalle altre, in parti del mondo per tanti aspetti diverse, all’insegna però degli stessi valori, primi fra tutti la solidarietà e il rispetto per tutti gli uomini?Persona anziana con bambino passeggiano tenendosi per mano

Si tratta di un evento molto importante, un’occasione unica in cui varie esperienze e progettualità si incontrano, per confrontarsi, discutere e riflettere su come poter affrontare in modo ancora più efficace le battaglie che la Comunità sta già da tempo combattendo, quelle del disagio sociale e dell’emarginazione.

L’inaugurazione ufficiale della festa, intitolata Protagonisti insieme, è prevista per  il 24 giugno (ore 16), con l’apertura delle esposizioni delle varie Comunità e della mostra fotografica dedicata in particolare a quella di Capodarco di Fermo.
Dopo un primo spettacolo di giocolieri e attori di strada (18.30), l’evento centrale della prima giornata sarà, alle 21, la consegna del premio L’anello debole, che andrà ai migliori programmi giornalistici – televisivi e radiofonici – e ai migliori cortometraggi che si saranno distinti per aver trattato temi contro l’esclusione sociale.
Tutte le opere vincitrici, che potranno essere ascoltate e visionate, saranno illustrate dalla giuria – composta da Giancarlo Santalmassi e Carlo Verdelli, giornalisti, don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco, Daniele Segre, regista e Giulia Buongiorno, avvocato, la quale aprirà dopo la premiazione un dibattito sullo stato della comunicazione sociale in Italia.

Sabato 25 i lavori riprenderanno nel pomeriggio (ore 17.30), che sarà dedicato ad un dibattito condotto dal giornalista Marco Damilano sul tema Punto zero: sostegno a tutti, sempre il cui spunto centrale nasce da una riflessione di don Vinicio Albanesi sul dolore, la sofferenza e il disagio nella società in cui viviamo.
Il programma per la serata proporrà invece una performance comica di Sergio Sgrilli, che lasciato il palco della trasmissione televisiva Zelig, si esibirà (ore 21.30) con lo spettacolo Una vita da Pelatters.
Domenica 26, infine, sarà all’insegna del relax e del divertimento e verrà trascorsa all’aria aperta, inseguendo mongolfiere e aquiloni e magari imparando anche a costruire uno di questi straordinari oggetti, da sempre fonte di divertimento maggiore per i grandi di quanto non lo siano per i piccoli!    

Per tutta la durata della festa saranno a disposizione vari stand gastronomici, oltre alle Botteghe del Mondo, con originali proposte di caffè e birre. Si potranno inoltre visitare varie esposizioni e mostre.
(C.N.)

Per informazioni:
Comunità di Capodarco di Fermo, Via Vallescura, 47
63010 Capodarco di Fermo (AP), tel. 0734 683927 – 333 6519709
festa@comunitadicapodarco.it – www.comunitadicapodarco.it