Partiamo per la Spagna?

L’Associazione per la Formazione, gli Scambi e le Attività Interculturali (AFSAI) di Roma propone, per il mese di agosto, un progetto di scambio a livello internazionale, con un soggiorno in Spagna, rivolto a giovani con disabilità psichica

Il porto di DeniaCi sono ancora alcuni posti disponibili ma è necessario affrettarsi se si vuole cogliere al volo la proposta per l’estate 2005 che l’AFSAI (Associazione per la Formazione, gli Scambi e le Attività Interculturali) rivolge in particolare a ragazzi con disabilità psichica, di età compresa tra i 15 e i 28 anni.

Il progetto, denominato Non ci sono barriere se non le crei, prevede la possibilità di trascorrere sei giorni nei pressi della località spagnola di Denia, nella provincia di Alicante, dal 2 all’8 agosto.
Un’opportunità per vivere una settimana all’insegna dello scambio giovanile, per uscire dalla propria dimensione e confrontarsi con realtà e situazioni nuove e diverse, ricche di stimoli. Il tutto a fronte di una spesa relativamente limitata, se si considera che l’organizzazione copre per intero i costi di vitto e alloggio e il 70% del costo del biglietto.

L’iniziativa, che in questa fase coinvolge anche altre realtà, come l’Associazione Insieme di Manerbio (Brescia), la Cooperativa Futura di Nave (Brescia) e l’Associazione Juntos Para Jugar di Madrid – che ospiterà i ragazzi – si propone, tra gli altri, anche l’obiettivo di rendere i giovani più consapevoli del contesto europeo in cui vivono.

La struttura che ospiterà il campo offrirà la possibilità di svolgere attività di vario tipo (laboratori di artigianato, di cucina). Essa dispone anche di un parco con spiaggia privata, di piscina, di strutture per praticare attività sportive, oltre che di zone che accolgono animali.
Il gruppo italiano sarà costantemente seguito da un rappresentante dell’AFSAI e da tre animatori.
Divertimento, quindi, giochi e tante attività all’aria aperta. Nel corso del soggiorno, infatti, sono previsti pomeriggi in spiaggia e in piscina, attività a contatto con gli animali, giochi con i burattini, una visita alla città di Valencia e tanti altri interessanti e allegri momenti all’insegna dell’aggregazione interculturale.
(C.N.)

Per ulteriori informazioni ed eventuali adesioni:
Erika Gerardini, presso AFSAI, Viale dei Colli Portuensi, 345/B2
00151 Roma (tutti i giorni, ore 10-16)
tel. 06-5370332, fax 06-58201442, 
e.gerardini@afsai.it

Stampa questo articolo