- Superando.it - http://www.superando.it -

Aerei e disabilità: presto si vota il nuovo Regolamento

Aereo in voloL’ulteriore vicenda di discriminazione nei confronti delle persone con disabilità in aereo, da parte della compagnia low cost (“a basso costo”) Meridiana (denunciata nei giorni scorsi da Superando.it), ha costituito uno dei motivi principali dell’incontro di Bruxelles tra il segretario dell’UDC (Unione dei Democratici Cristiani e Democratici di Centro) Lorenzo Cesa e il capo della segreteria politica del partito Armando Dionisi, con Luisella Bosisio Fazzi, presidente del CND (Consiglio Nazionale sulla Disabilità).

Dionisi, che é membro della Commissione Trasporti al Parlamento Europeo e “relatore ombra” per il gruppo dei Popolari Europei sui diritti dei passeggeri disabili nel trasporto aereo, ha avuto uno scambio di opinioni con Bosisio Fazzi su come dovrebbe essere organizzato il servizio di assistenza negli aeroporti e sugli aerei, per garantire a tutte le persone con disabilità il diritto di viaggiare ed evitare che si ripetano i gravissimi episodi di discriminazione che anche recentemente hanno avuto luogo in tutta Europa.
«Abbiamo duramente lavorato in questi mesi, con i colleghi di tutti i gruppi politici e con il Consiglio dell’Unione Europea, per avere un Regolamento che assicuri il diritto alla mobilità a tutti i passeggeri, non solo disabili, ma anche anziani e a tutti quelli che abbiano bisogno di assistenza per poter prendere un aereo. Il voto in aula, che si terrà fra due settimane, concluderà un dossier importantissimo, che permetterà finalmente a 45 milioni di passeggeri a mobilità ridotta di vedere ampliati e tutelati i loro diritti dagli abusi che purtroppo spesso sono stati riscontrati negli aeroporti o a bordo degli aerei».

Dal canto suo, Cesa ha ribadito il fermo impegno dell’UDC a tutelare i diritti delle persone con disabilità e ad affrontare lo stesso tema della disabilità a tutti i livelli politici: «Certi episodi sono indegni del nostro Paese e dell’Europa. Il nostro partito è impegnato a favore della tutela dei diritti dei cittadini disabili, si tratta della difesa dei diritti umani fondamentali».

“Incassiamo”, quindi, questo impegno deciso, auspicando che possa contribuire ad ulteriori passi in avanti per il difficile percorso del nuovo Regolamento Europeo.
(S.B.)