Il punto sull’inserimento lavorativo

Il Ministero del Welfare ha promosso alcuni convegni e seminari che si svolgeranno a Roma il 6, 13 e 14 dicembre, nel corso dei quali si cercherà di fare il punto sul progetto LINCS e sulla classificazione ICF, in ambito di inserimento lavorativo delle persone con disabilità. All’evento del 6 dicembre saranno presenti anche Pietro V. Barbieri, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e Giampiero Griffo, rappresentante dell’EDF (European Disability Forum) al Consiglio Nazionale sulla Disabilità (CND)

Com’è noto, il 3 dicembre è stata celebrata la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, un appuntamento importante, sottolineato anche da molte iniziative svoltesi in tutto il Paese, che hanno dato la possibilità ad associazioni e gruppi locali di mantenere vivi l’interesse e l’attenzione rispetto alle moltissime difficoltà e violazioni dei diritti che le persone con disabilità affrontano quotidianamente.

In occasione di questa ricorrenza, quindi, anche il Ministero del Welfare ha voluto promuovere in collaborazione con l’Agenzia Italia Lavoro* una serie di incontri per fare il punto sul progetto LINCS (Lavoro e Inclusione Sociale) e sulla classificazione ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health – Classificazione Internazionale sul Funzionamento, Disabilità e Salute), che riguardano in modo particolare l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità.Persona con disabilità lavora al computer

«Il 3 dicembre – ricorda Grazia Sestini, sottosegretario al Ministero del Welfare con delega per le Politiche Sociali  – non dev’essere un appuntamento meramente celebrativo, bensì deve rappresentare per noi un importante momento di verifica, approfondimento e stimolo per andare avanti verso una politica di piena integrazione e di inserimento nella vita sociale e lavorativa di chi soffre un qualsivoglia tipo di handicap».

Martedì 6 dicembre, dunque, presso la Sala del Giubileo (Via di Porta Castello, 44) a Roma, si svolgerà il terzo convegno nazionale sul progetto Sviluppo territoriale ed inclusione sociale. La sperimentazione dell’inserimento lavorativo con l’art. 14 del Decreto Legislativo 276/03, denominato LINCS (Lavoro e Inclusione Sociale), di cui verranno illustrate le finalità.
Tale iniziativa, volta alla verifica dell’applicabilità e dell’efficacia dell’articolo 14 del suddetto Decreto, mediante la sperimentazione in diversi contesti territoriali, dopo essere stato presentato a Milano e a Lecce lo sarà ora anche a Roma, di fronte ad operatori, utenti, rappresentanti di associazioni e delle istituzioni. LINCS, infatti, vuole essere di sostegno proprio alle amministrazioni, alle aziende, alle cooperative e alle parti sociali nell’individuare nuove modalità per l’elaborazione delle convenzioni-quadro previste dalla suddetta normativa e per una loro attuazione.

Il convegno (ore 9), oltre agli interventi dei rappresentanti delle istituzioni provinciali, regionali e nazionali (sarà presente lo stesso sottosegretario Sestini) e di Italia Lavoro, vedrà anche la partecipazione di esponenti delle associazioni e delle parti sociali.
Al dibattito previsto per la seconda parte della mattinata interverranno tra gli altri Pietro V. Barbieri, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), Costanza Fanelli, per la FAND (Federazione Associazioni Nazionali dei Disabili) e Nina Daita, responsabile nazionale per l’ufficio disabilità della CGIL.

Nel pomeriggio, invece, sempre presso la Sala Giubileo, si svolgerà (ore 14.30) il seminario dal titolo Strumenti innovativi per la non discriminazione delle persone disabili nei luoghi di lavoro. Norme, esperienze e classificazione ICF, nel corso del quale verranno illustrati e discussi sia i nuovi strumenti normativi, europei e nazionali, per combattere le discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità, sia alcune buone pratiche relative alla non discriminazione.
E proprio a tal proposito verranno presentati anche i princìpi e gli strumenti dell’ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health – Classificazione Internazionale sul Funzionamento, Disabilità e Salute), il progetto di sperimentazione della nuova classificazione della disabilità introdotta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per migliorare l’accesso al mondo del lavoro da parte delle persone con disabilità. Classificazione applicata in Italia anche nel settore delle politiche del lavoro, con il passaggio dall’uso del concetto di disabilità a quello di abilità specifiche di ognuno.
All’incontro, cui parteciperanno rappresentanti del Ministero del Welfare e di alcuni centri di cooperazione, interverrà anche Giampiero Griffo, rappresentante dell’EDF (European Disability Forum) al CND (Consiglio Nazionale sulla Disabilità) ed esperto a livello mondiale di legislazione e diritti in ambito di disabilità. Giovane con sindrome di Down al lavoro in un panificio

A completamento del lavoro di analisi iniziato nel corso di questa prima giornata, il 13 e 14 dicembre il Ministero del Welfare – sempre in collaborazione con Italia Lavoro – proporrà invece un convegno internazionale interamente dedicato al progetto ICF e ai risultati raggiunti dalla sua sperimentazione nel nostro Paese dal 2003 al 2005.
In Italia, ICF è stato realizzato con l’apporto del Disability Italian Network e con la partecipazione attiva di Regioni, Province e Comuni, nonché delle associazioni delle persone con disabilità. Obiettivo generale è stato quello di stimolare coloro che operano nel settore della disabilità ad una diversa cultura, formando all’uso della nuova classificazione definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Il programma di tale appuntamento non è stato ancora definito. Non appena disponibile, ne daremo informazione ai nostri lettori.
(C.N.)

*Italia Lavoro è l’Agenzia del Ministero del Welfare e delle altre Amministrazioni centrali dello Stato per la promozione e la gestione di azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell’occupazione e dell’inclusione sociale.
Essa realizza azioni e programmi in collaborazione con Regioni, Province e Amministrazioni Locali, per migliorare le capacità del sistema Paese nel creare opportunità di occupazione, rivolgendosi in particolare alle categorie più deboli del mercato del lavoro.

Per informazioni e per scaricare i programmi completi dei vari eventi consultare il sito del Ministero del Welfare all’indirizzo:
http://www.welfare.gov.it/EaChannel/Eventi/lincs061205.htm?baseChannel=Eventi&actualChannel=
Stampa questo articolo