- Superando.it - http://www.superando.it -

Continuano nel Lazio gli incontri sull’autismo

Immagine che simoboleggia l'autismoL’autismo è giustamente considerato una delle più gravi disabilità che possono colpire un bambino. Genitori e insegnanti possono credere che non ci sia nulla da fare per migliorare questa grave situazione.
La serie di conferenze che si sta tenendo in alcune città del Lazio e che è partita il 20 marzo a Roma, proseguendo nei giorni successivi a Ostia Lido, Latina, Viterbo e Rieti, si propone l’obiettivo di far meglio conoscere l’autismo nei suoi molteplici aspetti e di informare su quanto di valido si possa fare soprattutto nel mondo della scuola per aiutare i ragazzi autistici e le loro famiglie.
A tale scopo sono stati invitati nel Lazio i maggiori esperti del settore, in particolare Kerry Hogan della TEACCH Division dell’University of North Carolina (USA).

Si tratta in realtà dell’inizio di un lungo percorso che l’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio intende attuare per migliorare la qualità della vita dei bambini autistici e delle loro famiglie, favorendo quanto oggi è già possibile, vale a dire un’educazione speciale personalizzata che tenga conto dei grandi progressi compiuti nel campo dalla pedagogia speciale.
Proprio a questo sono indirizzate le conferenze d’inizio del percorso, rivolte a dirigenti scolastici, insegnanti, educatori, operatori sanitari, genitori e familiari di bambini autistici.

Successivamente, in ogni Provincia, il percorso di formazione proseguirà per gli interessati con quattro giornate di seminari diretti a venti casi di bambini autistici, ove i genitori, gli insegnanti, gli educatori e gli operatori sanitari siano d’accordo per intraprendere una strategia educativa personalizzata, precoce, intensiva e strutturata, di tipo cognitivo e neocomportamentale.
Si prevede di seguire per un anno i casi a domicilio e nella scuola con un supervisore esperto in interventi cognitivi e neocomportamentali che coordini la strategia educativa. Verrà inoltre effettuata una verifica a più lungo termine sulle risorse usate e sui risultati ottenuti.
Questa azione intende favorire una più ampia ricerca a tutto campo sugli interventi di ogni tipo di disciplina che possono favorire il miglioramento delle prospettive di vita.
Ai convegnisti saranno distribuiti materiali di supporto utili a trattare i soggetti autistici nella prassi quotidiana. Sarà inoltre rilasciato loro un attestato di partecipazione.

L’iniziativa è promossa dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ed è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell’Università di Roma Tor Vergata, dell’ANFFAS Regione Lazio (Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali) e dell’ANGSA Regione Lazio (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici). Ulteriore supporto è stato garantito dalla Fondazione Augusta Pini e Ospizi Marini ONLUS di Bologna.

Ai prossimi incontri, previsti a Frosinone e ancora a Roma – come da calendario in calce allegato – seguirà l’incontro di martedì 9 maggio nella capitale con lo psicologo e psicoterapeuta Lucio Moderato (Integrazione e qualità di vita di giovani e adulti), sul tema Il modello Superability come strumento per la presa in carico globale e l’abilitazione di soggetti con autismo, presso la Sala Tirreno della Regione Lazio (Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7, ore 9-13).

Martedì 30 maggio, infine (Protomoteca del Campidoglio, ore 14), verrà presentao un progetto di ricerca europeo su giocattoli tecnologici utili alla diagnosi precoce di patologie neurologiche come anche l’autismo.
(S.B.)

Calendario degli incontri rimanenti:
– Frosinone, 1 aprile 2006
Autismo ed educazione: il ruolo della scuola
ore 8-17, Salone di Rappresentanza della Provincia
Piazza Gramsci, Frosinone
Il programma integrale è disponibile cliccando qui.
– Roma, 3 aprile 2006
Autismo ed educazione: il ruolo della scuola
ore 8-17.30, Aula Magna dell’Università di Roma La Sapienza (Piazzale A. Moro)
Il programma integrale è disponibile cliccando qui.

La partecipazione al convegno è gratuita, mentre l’iscrizione è obbligatoria, salvo completamento dei posti disponibili in loco.
Si ricorda che l’iniziativa è rivolta particolarmente a dirigenti, operatori scolastici, operatori sanitari e genitori
Per iscriversi è necessario contattare la Segreteria organizzativa:
presso FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)
Via Gino Capponi, 178, 00179 Roma
tel. 06 78851262, fax 06 78140308, presidenza@fishonlus.it.
Infine, per la preparazione al convegno si consigliano gli interessati di accedere al sito www.autismo33.it, ove si potranno trovare i materiali e le registrazioni (solo audio) di un analogo convegno svoltosi a Bologna il 18 novembre 2005 ed eventualmente, per vedere tutto il convegno, collegarsi alla pagina specifica predisposta dall’Università di Modena e Reggio Emilia.