Ingegneri e architetti al lavoro per Volterra

Come rendere accessibile a tutti un parco particolarmente bello e situato in una zona archeologica di Volterra? Il Comune locale ha pensato di farlo lanciando un concorso di idee agli ingegneri e agli architetti

Parco Fiumi di Volterra, con la fortezza medicea sullo sfondoRendere accessibile il punto più alto di Volterra, la bellissima e antica città toscana, da cui si può godere una vista meravigliosa sulle colline pisane: nasce proprio da questo obiettivo il concorso di idee bandito dal Comune volterrano per abbattere le barriere che impediscono la piena fruizione del Parco Fiumi, area verde che accoglie anche un sito archeologico. Attualmente, infatti, l’accesso alla zona non è possibile per le persone con disabilità, gli anziani e le mamme con le carrozzine.

«Stiamo cercando di andare incontro a un’esigenza molto sentita – dichiara l’assessore comunale alle Politiche Sociali Pier Luigi Dei – anche se non è facile intervenire su un territorio che, proprio in quanto zona archeologica, è soggetto a particolari tutele. Abbiamo quindi proposto l’idea di un bando di concorso, ottenendo per la progettazione un finanziamento dalla Provincia di Pisa».

Il bando – già scaricabile nel sito del Comune di Volterra – è aperto, senza limiti territoriali, ad ingegneri e architetti iscritti all’ordine.
Sono previsti tre premi (da seimila, tremila e duemila euro) e per presentare i progetti c’è tempo fino al 14 giugno. Successivamente il Comune conterà di scegliere entro settembre l’opera sulla cui base avviare i lavori.
«A quel punto – annota ancora l’assessore Dei – cercheremo di avere un nuovo appoggio da parte delle amministrazioni toscane, per contribuire a realizzare concretamente questo importante progetto».
(S.B.)

Stampa questo articolo