- Superando.it - http://www.superando.it -

Il coraggio di Isabella e degli Amici di Luca

L'indimenticata Isabella CeolaSul solco di una tradizione tracciata in questi anni, continuano i “memorial” promossi dall’Associazione bolognese degli Amici di Luca, in ricordo di persone conosciute, amate o sentite vicine.
E l’occasione costituita dallo spettacolo teatrale che si terrà martedì 2 maggio al teatro bolognese Dehon sarà particolarmente significativa: la serata sarà dedicata infatti a Isabella Ceola, quella «giovane-vecchia», come lei stessa si definiva, che spesso era ospite del Maurizio Costanzo Show, perché «si era stufata di essere trattata “come un marziano” e voleva riprendersi il posto che le spettava nella società».
Isabella, che molti tra i nostri lettori ricorderanno, era affetta da progeria di Hutchinson-Gilford (o sindrome dell’invecchiamento precoce), rarissima malattia che provoca pesanti mutamenti esteriori. In questi giorni ricorrono i nove anni dalla sua scomparsa e lo spettacolo del 2 maggio, intitolato Oggi… posso dirvelo è messo in scena dal gruppo Teatro Danza Compagnia dei Giovani di Mestre, diretto da Luciana De Fanti, su un testo liberamente tratto dall’omonimo libro scritto da Lucio Zanichelli (Alberto Perdisa Editore). Un libro che Isabella stessa avrebbe voluto realizzare in vita, scritto in prima persona come se l’autrice ne fosse stata comunque lei, con Zanichelli che, pur non avendola personalmente conosciuta, è riuscito a “leggerne l’anima”, dandole respiro e voce.

Il coraggio di Isabella, quindi, come abbiamo titolato questa nota, ma anche il coraggio degli Amici di Luca, che continuano a promuovere iniziative utili a sostenere il loro grande progetto, la Casa dei Risvegli “Luca De Nigris” per la ricerca sul coma. Infatti, l’incasso dello spettacolo – patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Bologna, oltre che dal Comune di San Lazzaro di Savena – sarà anch’esso devoluto all’Associazione.
Particolarmente importante, in questa occasione, il supporto dell’UPPI di Bologna (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari), che costituisce il primo passo di un’alleanza solidale con Gli Amici di Luca che si auspica possa dare tanti altri risultati anche in futuro.
L’obiettivo è quanto mai concreto: una casa per i parenti di chi è in coma e in stato vegetativo per chi ha bisogno di assistenza continua e affronta il disagio, anche economico, di dover trovare un alloggio dignitoso in città.
E così l’UPPI ha già annunciato che metterà alcuni appartamenti arredati e in buono stato d’uso a disposizione dei parenti delle persone ricoverate alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris.
Le famiglie che usufruiranno di tali alloggi non dovranno pagare alcun canone o quota per l’affitto e avranno la possibilità di essere ospitate anche per lunghi periodi.
(Stefano Borgato)

La prevendita per il 2 maggio (posto unico 10 euro) è aperta al Teatro Dehon di Bologna, da martedì a venerdì (ore 15-19), tel. 051 342934.
Per ulteriori informazioni:
Gli Amici di Luca, Via Saffi, 10, 40131 Bologna
tel. 051 6494570 – 335 6535122, fax 051 6494865
amicidiluca@tin.ithttp://www.amicidiluca.it/
Il numero verde del servizio Comaiuto dell’Associazione è 800 998067.