Un vademecum dalla Protezione Civile

Si intitola “Protezione Civile in Famiglia” la pubblicazione – disponibile da quest’anno – che prevede una sezione interamente dedicata a considerazioni e indicazioni specifiche riguardanti l’assistenza a persone con disabilità in situazioni di emergenza

«Prestare assistenza alle persone con disabilità in situazioni di emergenza richiede alcuni accorgimenti particolari»: è per rispondere a questo tipo di necessità e per fornire questo genere di indicazioni che la Protezione CivileLa copertina del Vademecum  ha predisposto nel volume Protezione Civile in Famiglia, disponibile da quest’anno, una sezione dedicata al tema Emergenza e disabilità.

«Prendendo spunto da una delle molte esercitazioni che ogni anno vengono promosse in ogni parte d’Italia – spiega commentando il testo Guido Bertolaso, capo del Dipartimento – abbiamo realizzato questo vademecum per definire, con concetti semplici, i criteri, i metodi e i comportamenti per evitare inutili allarmismi o, peggio, sentimenti di eccessiva sicurezza».

E così, proprio come i capitoli incentrati sulla Conoscenza dei rischi, l’Organizzazione in famiglia e il Saper chiedere aiuto, anche quello sull’Assistenza alle persone con disabilità si rivolge a tutti, perché non solo un familiare, ma anche un amico, un collega di lavoro, un vicino di casa, un compagno di scuola o un semplice passante possono trovarsi in una situazione di assoluta emergenza ed essere nella condizione di poter prestare soccorso ad una persona con disabilità.

Realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile in collaborazione con la Regione Autonoma Valle d’Aosta, la pubblicazione è stata distribuita in cinque milioni di copie e può essere interamente scaricata cliccando qui.
(C.N.)

Per ulteriori informazioni:
Dipartimento della Protezione Civile
tel. 06 68201,
comunicazione@protezionecivile.it
www.protezionecivile.it.
Stampa questo articolo