Special Olympics Games per guardare oltre

Conto alla rovescia per la Cerimonia di Apertura del 30 settembre, a Roma, degli Special Olympics European Youth Games, i Giochi Europei della Gioventù dedicati a persone con disabilità intellettiva, che coinvolgeranno circa 1.400 atleti provenienti da tutto il mondo. Un grande evento di cultura, sport e socialità

Il celebre calciatore brasiliano Kakà, nell'immagine simbolo della campagna «Adotta un Campione», sorta a fianco degli Special Olympics GamesTutto è ormai pronto per la Cerimonia di Apertura degli Special Olympics European Youth Games, i Giochi Europei della Gioventù dedicati a persone con disabilità intellettiva, il più grande appuntamento per atleti “speciali” dai 12 ai 21 anni che si sia mai tenuto in Italia, previsto a Roma, da sabato 30 settembre a giovedì 5 ottobre e che abbiamo introdotto qualche tempo fa con un’ampia intervista ad Alessandra Palazzotti, direttore dei Giochi.

La Fiaccola della Speranza, simbolo della manifestazione, progettata da Giorgio Armani, è stata accesa il 2 settembre nella città greca di Patrasso e dopo essere passata per Bari, dal 26 settembre è nel Lazio, dove ha continuato la propria torch run, attraversando numerose località, portata da cinquanta agenti di polizia di tutta Europa, insieme a tre atleti partecipanti ai Giochi.
Meta del viaggio sarà naturalmente Roma, in Piazza del Campidoglio, dove venerdì 29 saranno presenti anche il ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive Giovanna Melandri e il delegato del Sindaco per lo Sport Gianni Rivera, per poi arrivare sabato 30 allo Stadio Dei Marmi, sede della Cerimonia d’Apertura dei Giochi.

Nel frattempo, a Fiumicino sono già sbarcate le prime delegazioni, dal Tajikistan, da Israele e da Gibilterra, a rendere sempre più tangibile l’attesa dell’importante evento, che coinvolgerà un totale di ben 1.400 atleti.
«La cultura, lo sport e il sociale – ha dichiarato il sindaco di Roma Walter Veltroni, durante la conferenza stampa di presentazione del 15 settembre – sono i tre pilastri ottimamente sintetizzati dagli European Youth Games. Siamo orgogliosi di contribuire alla loro realizzazione, anche per il prezioso insegnamento che emerge da questo grande evento: guardare oltre, aprirsi agli altri e non stare troppo a lungo con se stessi».Il sindaco di Roma Walter Veltroni alla conferenza stampa di presentazione degli Special Olympics Games, insieme a due giovani atleti

Anche dalla Presidenza della Repubblica – che ha concesso il proprio Alto Patronato ai Giochi – è arrivato un caloroso saluto.
«Ribadisco – ha dichiarato Giorgio Napolitano – il mio apprezzamento per l’iniziativa volta a creare opportunità di integrazione e di sviluppo fisico e psichico a giovani con difficoltà mentali e a facilitarne così l’inserimento nella società. L’ampia gamma delle discipline sportive praticate dagli atleti che partecipano ai Giochi testimonia come sia possibile, attraverso lo sport, infondere fiducia nei propri mezzi ai ragazzi con disabilità intellettiva, accompagnandoli in un percorso di vita il più possibile sereno e partecipe».

Da non dimenticare, infine, la bella campagna denominata Adotta un Campione, che ha avuto come testimonial il celebre calciatore brasiliano Kakà e che ha potuto contare sull’adesione di numerosi personaggi ed enti, da Giorgio Armani ad Angelo Moratti, dalla Federazione Nuoto a quella del Bowling.
(Stefano Borgato)

Nel sito www.specialolympicseyg.org si potranno seguire giorno dopo giorno tutti i risultati e le vicende dei Giochi.
Da segnalare anche il sito di Special Olympics Italia, www.specialolympics.it.
Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa Special Olympics Italia
tel. 06 52246484,
redazione@specialolympics.it.
Stampa questo articolo