- Superando.it - http://www.superando.it -

La camera oscura dell’anima

La Scuola Romana di Fotografia ospiterà dal 19 al 28 ottobre, presso la propria sede (Via degli Ausoni, 7/a, Roma), la mostra itinerante realizzata dalla Cooperativa Sensibili alle Foglie e intitolata Luoghi senza tempo e senza forma – Incontro con le forme espressive di persone recluse o in difficoltà a vivere.Il logo della Cooperativa Sensibili alle foglie
L’esposizione propone dipinti, disegni, manoscritti, quaderni e diari attraverso i quali la Cooperativa Sensibili alle Foglie ha raccolto negli anni centinaia di messaggi di solitudine e disagio, operando all’interno delle istituzioni.
«La mostra – si legge nella presentazione del progetto – propone un incontro con forme espressive prodotte da persone recluse in istituzioni totali o in altre condizioni d’esclusione sociale e di abbandono. In essa sono rappresentati l’ergastolo, il braccio della morte, il carcere, il manicomio giudiziario, le istituzioni psichiatriche, il campo di concentramento. Gli autori in rassegna, attualmente, sono un centinaio».

La Scuola Romana di Fotografia, dal canto suo, ha deciso di promuovere questa iniziativa «in accordo con la sua solida tradizione di attività dedicate a quelle minoranze “senza voce” – come fanno sapere gli organizzatori – dove la creatività, attraverso il linguaggio e le metafore della fotografia, ha lo scopo sempre e comunque di aprire l’otturatore e far entrare luce e immagini nella camera oscura dell’anima». 

Oltre ai responsabili dell’iniziativa, sarà presente all’inaugurazione del 19 ottobre anche Tiziana Biolghini, consigliere delegato alle Politiche per l’Handicap della Provincia di Roma.
(C.N.)

Per ulteriori informazioni e visite guidate:
Cooperativa Sensibili alle Foglie
Via Toti, 24, 00019 Tivoli (Roma)
tel. e fax 0774 311618
, coop.saf@tiscali.it
www.sensibiliallefoglie.it.