- Superando.it - http://www.superando.it -

Se infastidire diventa un piacere

Il Pirellone, sede della Regione LombardiaBocciato dal Consiglio Regionale Lombardo l’emendamento al Piano Socio-Sanitario Regionale proposto tramite i partiti di minoranza dal Comitato Lombardo per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità, ove si prevedevano «modalità di realizzazione di programmi di aiuto alla persona» e della cui presentazione avevamo ampiamente riferito nei giorni scorsi.

Approvato invece un ordine del giorno presentato dal consigliere Luca Gaffuri della Margherita, sulla necessità di linee guida regionali, per arrivare ad un’uniformità di servizi sul territorio, anche se con una modifica sostanziale: è stato tolto infatti l’impegno ad emanare direttive precise, anche se tale indicazione sopravvive nella premessa, per cui i gruppi di minoranza hanno assicurato di voler puntare alla realizzazione della stesura di linee guida regionali, previste del resto dall’ordine del giorno medesimo.

Numerosi i componenti del Comitato Lombardo per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità mobilitati per l’occasione, una quindicina dei quali presenti anche a Milano, davanti alla sede regionale del Pirellone, con le loro carrozzine e cartelli recanti slogan quali No all’eutanasia sociale. Sì ai soldi per la Vita Indipendente. Ciò che sembra avere infastidito non poco quanto meno la Segreteria del presidente della Regione!
 «Credo che per gran parte di noi – è il commento dei partecipanti all’iniziativa – sia stata una delle poche volte in cui dare fastidio sia stato un piacere».
(S.B.)