In Umbria il Master Nazionale di tennis

È una “prima” assoluta, per il nostro Paese, il Master Nazionale di Tennis in Carrozzina, che si disputerà a Città di Castello, in Umbria, dal 30 novembre al 2 dicembre, per dare ulteriore visibilità a questo sport, praticato da oltre vent’anni in vari Paesi europei e aperto a tutte le persone affette da qualsiasi disabilità motoria

Fabian Mazzei (A.S. Atletico H Bologna) sarà uno dei partecipanti al Master di Città di CastelloCominceranno ad arrivare il 29 novembre a Città di Castello (Perugia) i partecipanti al Primo Master Nazionale di Tennis in Carrozzina, che si giocherà presso il Circolo Sportivo Belvedere (Via F. Engels) della bella cittadina umbra, da giovedì 30 novembre a sabato 2 dicembre.
«È la prima volta in assoluto che in Italia si tiene il master di tennis in carrozzina – ha dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione Gerardo Riccardi, nella sua duplice veste di presidente e di tennista dell’Associazione Sportiva Libertas Perugia – uno sport praticato da oltre vent’anni in Europa e aperto a tutte le persone affette da qualsiasi disabilità motoria».
«Si tratta – ha commentato dal canto suo Fernanda Cecchini, sindaco di Città di Castello – di un momento importante per tutte le associazioni coinvolte nell’organizzazione dell’evento e per la nostra città e proprio con questa occasione tengo a rimarcare la sensibilità come elemento da mettere sempre di più al centro della programmazione politica».

La manifestazione – una “prima” in assoluto per il nostro Paese, come già detto – è promossa dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico), assieme al suo Comitato Regionale Umbro e a quello Provinciale di Perugia, in collaborazione con la Libertas Perugia, l’Associazione Sportiva Cuor di Leone e il patrocinio del Comune di Città di Castello, della Provincia di Perugia e della Regione Umbria.
Durante la tre giorni si sfideranno, in questa competizione valida per la categoria singolo e doppio open maschile, gli otto migliori atleti della classifica nazionale, facenti parte del CIP e provenienti da tutta Italia.

«Il CIP – afferma Francesco Emanuele, presidente del Comitato Regionale Umbro – è ormai una realtà che affianca il CONI nella gestione delle attività sportive che noi promuoviamo esclusivamente a favore delle persone con disabilità».
Anche le scuole del territorio verranno coinvolte attivamente durante la manifestazione, «per vivere – ha sottolineato Daniela Bambini, presidente del CIP di Perugia – un’esperienza molto importante dal punto di vista educativo».
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa (Melissa Ronconi)
tel. 340 6976608,
melissa.ronconi@libero.it.
Stampa questo articolo