Il punto sull’integrazione scolastica

Si tiene il 13 dicembre a San Marco Argentano (Cosenza), in Calabria, un convegno dedicato al tema della qualità dell’integrazione scolastica oggi. Partecipano all’incontro anche Salvatore Nocera, vicepresidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e Nunzia Coppedè, presidente della FISH Calabria

Bambini stilizzati - di carta - che si tengono per manoLa FADIA (Famiglie Disabili Associate) e l’Osservatorio Scuola per l’Integrazione Scolastica degli Alunni con Disabilità in Calabria promuovono mercoledì 13 dicembre a San Marco Argentano (Cupola, Località Sciancarella, ore 16), in provincia di Cosenza, il convegno La Qualità dell’Integrazione nella Scuola di tutti.

Un’occazione importante durante la quale, attraverso gli interventi di esperti del settore come Salvatore Nocera, vicepresidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e responsabile dell’Osservatorio Scuola della stessa Federazione, Nunzia Coppedè, presidente della FISH Calabria, e Antonella Valente, docente di Pedagogia Speciale all’Università della Calabria, si cercherà di fare il punto sulla reale situazione in cui versa, oggi, l’integrazione scolastica dei bambini e dei giovani con disabilità.

Verranno analizzati gli aspetti legislativi della questione – dai diritti e le competenze, fino alle garanzie e le tutele – e si rifletterà sul ruolo che si è assunto l’Osservatorio rispetto alla particolare realtà della Calabria.
Inoltre, un’approfondimento storico su come si sono, o non si sono evolute le cose in trent’anni di integrazione – dalla Legge n. 517/77 – e la presentazione di alcune esperienze dirette forniranno un quadro piuttosto completo di un mondo che ancora oggi risulta quanto mai complesso.
Per questo motivo, il convegno si rivolge non solo a docenti e genitori ma anche a educatori, operatori e amministratori scolastici.

Per ulteriori informazioni:
FADIA (Famiglie Disabili Associate)
Via Cirangolo, 56, 87013, Fagnano Castello (Cosenza) 
tel. 0984 525767,
fadia@fadia.org

Stampa questo articolo