Scriviamo di noi

Un’iniziativa che parte da Bologna e che si rivolge a tutte le donne con disabilità, nel tentativo di creare una raccolta di storie e racconti senza troppi precedenti nel nostro Paese

Donne con disabilità indianeRaccogliere le storie, i racconti scritti di donne con disabilità che parlano di se stesse: merita senz’altro di essere segnalata l’iniziativa avviata dal gruppo di donne che si riunisce sul tema Donne e disabilità all’AIAS di Bologna (Associazione Italiana Assistenza Spastici), nel tentativo di realizzare una raccolta di testi senza molti precedenti nel nostro Paese.

Gli argomenti individuati dal gruppo promotore dell’iniziativa, che possono anche costituire una traccia per la scrittura, sono quelli riguardanti il proprio corpo, il rapporto tra l’esperienza soggettiva legata alla presenza del deficit e al periodo della propria storia in cui esso è insorto, l’influenza della disabilità nel rapporto con la famiglia, con i coetanei e gli amici o nelle relazioni con persone estranee, i possibili svantaggi e “vantaggi” che le difficoltà legate al deficit hanno portato nella propria storia personale e nel processo di crescita, gli affetti e la sessualità (con molti possibili aspetti correlati, quali il diritto al pieno sviluppo dell’identità di genere, il proprio percorso, le difficoltà), i propri diritti, il tema della maternità.
In ogni caso gli argomenti sono liberi e ogni donna con disabilità potrà raccontare di sé a proprio piacimento, scegliendo uno o più temi, anche diversi da quelli indicati.

I contributi scritti, di lunghezza variabile da una a tre pagine, anche in forma anonima, dovranno pervenire entro giugno, preferibilmente in formato elettronico, a: Scriviamo di noi, info@aiasbo.it. Oppure potranno essere spediti per posta a: Scriviamo di noi, c/o AIAS Bologna, Via Ferrara, 32, 40100 Bologna.
Per ulteriori informazioni:
Progetto Scriviamo di noi (Maria Cristina Pesci)
tel. 051 454727,
info@aiasbo.it.
Stampa questo articolo