Quando la collaborazione funziona

Un intervento che coniuga le esigenze di sicurezza e l’integrazione delle persone con disabilità è quello recentemente effettuato in una scuola di Loano (Savona), grazie alla preziosa collaborazione tra l’ABC (Associazione Bambini Cerebrolesi) e gli Enti Locali

L'Istituto «Giovanni Falcone» di LoanoSicurezza e integrazione di qualità: un binomio certamente inscindibile, anche nel campo della normativa antincendio. E un esempio positivo di collaborazione tra Associazioni ed Enti, in questo settore, arriva proprio nei giorni scorsi dalla Liguria.
Infatti, su segnalazione dell’ABC Liguria (Associazione Bambini Cerebrolesi) e grazie al pronto intervento della Provincia di Savona, l’Istituto Secondario Superiore “Giovanni Falcone” di Loano (Savona), già munito da alcuni anni delle prescritte scale antincendio esterne, fruibili dagli studenti deambulanti ma non da quelli con disabilità motorie, è stato ora dotato di una nuova rampa che permette all’occorrenza di evacuare il piano rialzato senza utilizzare gli ascensori, come appunto prevedono le norme antincendio.

Precedentemente era prevista l’evacuazione degli studenti con disabilità in carrozzina mediante il trasporto a braccia, soluzione particolarmente difficoltosa, quando questi utilizzano pesanti carrozzine elettriche, e in ogni caso assolutamente poco dignitosa.
La nuova rampa permetterà anche di accedere alle classi senza utilizzare gli ascensori, soggetti a guasti frequenti per l’uso intenso cui sono sottoposti.

A questo punto un ringraziamento da parte delle famiglie degli studenti con disabilità arriva agli Assessorati competenti e ai tecnici della Provincia che hanno messo in opera questo ulteriore esempio di buona collaborazione tra Associazioni ed Enti.
(Giorgio Genta)

Stampa questo articolo