- Superando.it - http://www.superando.it -

Portiamo la Convenzione nei territori!

30 marzo 2007: il ministro della Solidarietà Sociale Paolo Ferrero, affiancato da Giampiero Griffo, firma all'ONU la Convenzione, per conto dello Stato ItalianoSecondo Giampiero Griffo, membro del Consiglio Mondiale di DPI (Disabled Peoples’ International), «la recente approvazione della Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità delle Nazioni Unite – il cui iter è stato seguito dal nostro sito passo dopo passo, proprio grazie ai puntuali reportage di Griffo, componente della Delegazione Italiana all’ONU – è un evento storico, la cui portata sarà possibile valutare solo nei prossimi decenni. Molte, infatti, sono le trasformazioni culturali, sociali, politiche e tecniche che questo testo introduce: dall’incapacità come problema individuale alla discriminazione prodotta dalla società, dalla condizione di cittadini invisibili a quella di persone titolari di diritti umani, dalle politiche dell’assistenza e della sanità a quelle inclusive e di mainstreaming [le questioni della disabilità che “entrano” nelle varie politiche generali della società, N.d.R.], da oggetti di decisioni prese da altri a soggetti consapevoli che vogliono decidere della propria vita».

«Si tratta  – continua Griffo – di cambiamenti riguardanti lo stesso approccio alla disabilità che fanno proprio il modello sociale della disabilità basato sul rispetto dei diritti umani e che si basano sullo slogan del movimento mondiale delle persone con disabilità Niente Su di Noi Senza di Noi. Un vero e proprio terremoto culturale, sbocco di un processo multidecennale che avrà conseguenze non solo nel campo della disabilità. E la consapevolezza nuova che la disabilità è una condizione ordinaria che ogni essere umano vivrà nel corso della propria esistenza imporrà alla società di tenerne conto in tutti i processi di sviluppo e di organizzazione sociale».

Parole ben note ai nostri lettori, ma che abbiamo ritenuto opportuno riproporre in questa fase, in cui grande è l’attesa per una rapida ratifica della Convenzione da parte delle nostre Istituzioni, mentre in parallelo alcuni tra i “protagonisti” italiani del mondo della disabilità cercano di far conoscere le caratteristiche precise di questo “terremoto culturale” tramite incontri, convegni e seminari sul territorio, in collaborazione con le associazioni locali.

Succederà ad esempio sabato 26 maggio a Siracusa (Auditorium Palazzo Impellizzeri, Facoltà di Architettura, Via Maestranza, 99, ore 9.30), con l’incontro promosso dall’Associazione Risorse, patrocinato dal Comune e dalla Provincia, che vedrà lo stesso Giampiero Griffo presentare la Convenzione ONU, affiancato al tavolo dei relatori da Giovanni Merlo, coordinatore dei Centri EmpowerNet della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), oltre che segretario della LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità) di Milano, il quale si soffermerà sulle conseguenze immediate del documento in ambito di associazioni e istituzioni.

Per l’occasione, in rappresentanza degli enti locali, interverranno anche il sindaco e l’assessore comunale alle Politiche Sociali di Siracusa Titti Bufardeci e Marco Zivilica, oltre al presidente della Provincia e all’assessore provinciale alle Politiche Sociali Bruno Marziano e Orazio Cammisuli.
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Raffaele Ciccio, tel. 392 6398631, a.raffa@alice.it.