Verso la Conferenza Nazionale sulla Vita Indipendente

Sarà dal 4 al 6 ottobre a Roma la Conferenza Nazionale sulla Vita Indipendente delle Persone con Disabilità, ma il dibattito è già aperto e passa anche per una petizione presentata al Parlamento – che tutti possono sottoscrivere – in favore di una legge che finanzi in tutto il Paese progetti di assistenza personale autogestita

Si svolgerà dunque a Roma, dal 4 al 6 ottobre, la Conferenza Nazionale sulla Vita Indipendente delle Persone con Disabilità, della quale erano state poste le basi a Lignano Sabbiadoro, all’inizio di marzo, durante il 2° Forum Nazionale sulla Vita Indipendente.

Immagine che simboleggia la Vita Indipendente dele persone con disabilitàA tal proposito, il Coordinamento Nazionale per la Vita Indipendente – sorto anch’esso a Lignano – in collaborazione con la UILDM Laziale (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e con quella Nazionale, intendono sin d’ora aprire un dibattito, invitando esponenti associativi provenienti da tutta Italia, per sostenere la realizzazione di una legge che finanzi in tutto il Paese progetti di assistenza personale autogestita.
Innanzitutto, quindi, intendiamo rilanciare la Petizione al Parlamento promossa dagli amici del sito Pianetabile – volta a far modificare le Leggi 104/92 e 162/98 per la Vita Indipendente delle persone con disabilità – cercando di costruire intorno ad essa una prima concreta rivendicazione del diritto all’assistenza personale da parte di queste ultime.

La Petizione è stata presentata al Parlamento il 4 luglio scorso e grazie all’ostinato impegno di Leonardo Tencati e Barbara Bucci, coordinatori di Pianetabile, l’11 luglio, durante la Seduta n. 188 nell’aula del Senato, è stata annunciata come Petizione n. 557 sulla modifica della Legge 104/92-162/98 per obbligare le regioni italiane ad attuare progetti di assistenza autogestita e personalizzata al fine di favorire una Vita Indipendente per le persone disabili non autosufficienti.
Diventa a questo punto indispensabile, dunque, arrivare alla Conferenza Nazionale di ottobre avendo raggiunto almeno duemila firme ed è per questo che invitiamo tutti i Comitati Regionali per la Vita Indipendente e le Associazioni impegnate sull’argomento a scaricare il modulo della petizione, a farlo sottoscrivere e ad inviarlo a Pianetabile prima della fine di settembre.

Alla tre giorni di ottobre hanno già garantito la propria presenza rappresentanti provenienti dall’Abruzzo, dalla Campania, dalla Calabria, dal Friuli Venezia Giulia, dal Lazio, dalla Lombardia, dalle Marche, dal Molise, dal Piemonte e dalla Toscana.
Si attendono a questo punto anche le adesioni di esponenti dell’Emilia Romagna, della Sardegna e della Valle d’Aosta.

Si tratta certamente di un movimento che nel tempo va estendendosi in tutta Italia e anche per questo la Conferenza Nazionale prima di tutto getterà le basi per una stabilità del Coordinamento, che tenterà di strutturarsi in maniera più organica.
Obiettivo politico principale sarà quello di lanciare un appello a tutte le forze politiche affinché il diritto all’assistenza personale per la Vita Indipendente possa diventare una realtà riconosciuta per legge.

Oggi migliaia di persone con disabilità grave in Italia sono costrette ancora in istituti o in strutture residenziali, molte, invece, non escono mai di casa perché prive di assistenza. In altri casi, purtroppo frequenti, l’assistenza non è organizzata in base alle reali esigenze della persona.
Nella Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità, recentemente approvata dalle Nazioni Unite, all’articolo 19 viene riconosciuto il diritto delle persone con disabilità a vivere in modo indipendente.
Nel ratificare e adottare la Convenzione, quindi, il Governo Italiano dovrà tenere ben presente che tale diritto va riconosciuto e garantito come essenziale, perché si tratta di un Diritto Umano.

Ci aspettiamo in conclusione una grande presenza da parte delle stesse persone con disabilità, sia nel sostenere la Petizione di Pianetabile, sia nel partecipare in qualche forma alle nostre prossime attività, affinché si riesca a passare dalla rivendicazione di un diritto ad una concreta Vita Indipendente e autodeterminata.

*Agenzia per la Vita Indipendente (AVI), Roma. Coordinatore pro tempore per l’organizzazione della Conferenza Nazionale sulla Vita Indipendente.

Per ulteriori informazioni:
Agenzia per la Vita Indipendente (AVI)
tel. 06 45434734 – 88544572,
dino.barlaam@vitaindipendente.net.
Stampa questo articolo