Ascolta il tuo libro

Nato nel 1957, il Centro Nazionale del Libro Parlato dell’UIC (Unione Italiana de Ciechi), con tredici sedi diffuse in tutta Italia, rappresenta uno dei più validi strumenti di accesso all’informazione e alla cultura per tutti coloro che hanno difficoltà di lettura. I suoi audiolibri, infatti, non si rivolgono solo a ciechi e ipovedenti, ma a tutti coloro che per patologie diverse o età avanzata, non possono accedere ai libri cartacei

Faro marittimo acceso con sovrapposta l'immagine degli occhi di una persona (immagine tratta dal sito www.libroparlato.org del CILP - Centro Internazionale del Libro Parlato «A. Sernagiotto» di Feltre)Il Centro Nazionale del Libro Parlato (CNLP) dell’Unione Italiana dei Ciechi (UIC) rappresenta certamente uno dei più validi strumenti di accesso all’informazione e alla cultura per tutti coloro che hanno difficoltà di lettura.
Nato infatti nel 1957, il Centro produce e distribuisce audiolibri, non soltanto a ciechi e ipovedenti, ma a tutti coloro che, per patologie diverse o età avanzata, non possono accedere ai libri cartacei. I servizi del CNLP sono molteplici e vengono forniti gratuitamente.

Un ricco catalogo
Innanzitutto, il Centro mette a disposizione degli utenti, attraverso il prestito gratuito, gli oltre 10.000 libri incisi su audiocassetta o CD presenti in archivio. L’ampiezza del catalogo consente di spaziare tra la narrativa, la saggistica, la storia, la filosofia, le scienze, la letteratura per ragazzi e molti altri generi. Gli audiolibri, inoltre, sono registrati da lettori professionisti dotati di grande capacità espressiva, sono prodotti in sala d’incisione e consentono, dunque, un piacevole e coinvolgente ascolto a chi ne fa uso.
In secondo luogo, sempre gratuitamente, vi è la possibilità di incidere opere a richiesta degli utenti come, ad esempio, testi scolastici e universitari, dispense e appunti. Tutte le opere non presenti in catalogo, infatti, vengono prodotte dai Centri del Libro Parlato distribuiti sul territorio nazionale che, per tale attività, si servono della preziosa e disinteressata collaborazione di lettori volontari.
Un servizio, questo, fondamentale soprattutto, ma non solo, per gli studenti e per coloro che hanno specifiche esigenze di studio o ricerca, dal momento che dà l’opportunità agli stessi utenti di ottenere in formato audio ciò che non è loro possibile leggere in nero.
Infine, localmente i Centri registrano numerose riviste di interesse nazionale e locale comunemente in commercio, come «Focus», «Gente Mese», «Guerin Sportivo», «Micromega» e molte altre.

Accesso ai servizi
Usufruire dei servizi del Libro Parlato è molto semplice: basta contattare il Centro competente per territorio, compilare un modulo d’iscrizione con i propri dati anagrafici e la motivazione della richiesta (cecità, ipovisione, difficoltà di lettura) e cominciare così la nuova esperienza.
Disegno di candela accesa che legge su un foglioGli audiolibri possono essere ritirati personalmente dagli utenti presso i Centri, oppure essere ricevuti direttamente a casa. In quest’ultimo caso va detto che le spedizioni sono esenti da spese postali, garantendo in tal modo la completa gratuità del servizio e quindi la piena fruibilità da parte di tutte le fasce di utenza.

Le novità più recenti
In cinquant’anni di attività legata al Libro Parlato non è mai mancata una costante attenzione, oltre che all’incisione dei classici, anche alle varie novità editoriali, ai bestseller e ai testi vincitori di premi letterari, in modo da assicurare ai lettori l’ascolto di ciò che più viene venduto e apprezzato in libreria.
Le nuove tecnologie hanno fornito inoltre un contributo notevole allo sviluppo del servizio, permettendo il passaggio dalle bobine alle audiocassette e recentemente anche il trasferimento dell’intero archivio dal formato audio ai file MP3. Da qualche anno, poi, il CNLP ha messo a punto LPManager, un archivio in rete, scaricabile dal sito dell’UIC, che mette in contatto tutti i produttori di audiolibri in Italia, consentendo agli utenti una ricerca ad ampio raggio.
Il servizio, infine, si è aperto anche alle esigenze di chi, pur non avendo patologie che comportano minorazione visiva, non è più in grado di leggere autonomamente; infatti, oggi gli audiolibri vengono ascoltati da dislessici, persone affette da sclerosi multipla e distrofia muscolare e da tutti coloro che, anche soltanto per periodi transitori, sono impossibilitati a leggere.

Una testimonianza
Bruno, segretario del Comitato Regionale Campano UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), affetto da distrofia muscolare, da circa tre anni ascolta libri con regolarità.
Contattato dal Centro di Distribuzione del Libro Parlato di Napoli, allo scopo di promuovere il servizio tra i soci UILDM, e incuriosito da questa diversa modalità di lettura, ha deciso di ascoltare un libro, avendo egli stesso difficoltà a maneggiare i testi.
Superato l’iniziale sforzo di concentrazione, dovuto ad una lettura solo apparentemente passiva, Bruno si è appassionato agli audiolibri e oggi legge – ascoltando – dai classici della letteratura agli autori contemporanei.
Egli considera quindi il Libro Parlato come una grande risorsa che gli ha consentito di riavvicinarsi al libro, scoprendo la possibilità di una lettura alternativa, ma altrettanto avvincente ed entusiasmante.

Ci piace a questo punto concludere con Daniel Pennac che nel suo saggio sulla lettura Come un romanzo, elogia il piacere dell’ascolto del libro e ricorda il dono che ci fa chi legge per noi. E allora, perché non approfittarne?

*Centro di Distribuzione del Libro Parlato di Napoli. Testo già apparso nel numero 157 di «DM», periodico nazionale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Si ringrazia tale periodico per la gentile concessione.

Le tredici sedi del Centro Nazionale del Libro Parlato
Sono tredici le sedi regionali e interregionali del Centro Nazionale del Libro Parlato. Un’attività particolare viene svolta da quello di Padova, specializzato esclusivamente nella registrazione e distribuzione di opere di elevato contenuto culturale e scientifico.

-Abruzzo, Marche, Molise
Via Palombo, 14, 86100 Campobasso, tel. e fax 0874 438118-65588
lpcb@uiciechi.itlpprocb@uiciechi.it

– Basilicata, Calabria
Via Bendicenti s.n.c., 87100 Cosenza, tel. e fax 0984 790086-790033
lpcs@uiciechi.it – lpprocs@uiciechi.it

– Campania
Via S.M. di Costantinopoli, 19, 80138 Napoli, tel. e fax 081 294615-4420794
lpna@uiciechi.it – lpprona@uiciechi.it

– Emilia Romagna
Viale Gramsci, 259, 41100 Modena, tel. e fax 059 311980
lpmo@uiciechi.it

– Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto
Corso Tre Novembre, 132, 38100 Trento, tel. 0461 913963
fax 0461 394896, lptn@uiciechi.it

– Lazio, Umbria
Viale Odescalchi, 38, 00147 Roma, tel. e fax 06 5127060
lproma@uiciechi.it

– Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta
Via San Pio V, 31, 10125 Torino, tel. 011 6680508
fax 011 6680417, lpto@uiciechi.it

– Lombardia
Via Divisione Tridentina, 54, 25124 Brescia, tel. 030 2209421-425
fax 030 2209420, lpbs@uiciechi.it

– Padova
Via L. Braille, 6, 35143 Padova, tel. 049 8723191-9826876
fax 049/8728374, lppd@uiciechi.it – lppropd@uiciechi.it

– Puglia
Via G. Pellegrini, 45, 70124 Bari, tel. e fax 080 5968273
lpba@uiciechi.it

– Sardegna
Via Quarto, 3, 07100 Sassari, tel. 079 233711
fax 079 231043, lpss@uiciechi.it

– Sicilia
Via Manzoni, 11, 90133 Palermo, tel. 091 6162994-6160642
fax 091/6160583, lppa@uiciechi.itlppropa@uiciechi.it

– Toscana
Via Nicolodi, 2, 50131 Firenze, tel. e fax 055 5520752-5571597
lpfi@uiciechi.itlpprofi@uiciechi.it

Stampa questo articolo