Progettare strutture e locali per l’utenza ampliata

Due interessanti concorsi lanciati dal Laboratorio Balab e aperti a professionisti e studenti, per progettare strutture e locali pubblici – nella fattispecie un bar – rispettando le leggi italiane in materia di barriere architettoniche e i principi di progettazione per l’utenza ampliata

Banco di barSono molti i partner di Balab il Laboratorio Provinciale di Verona per il Superamento delle Barriere Architettoniche e Sensoriali, iniziativa per lo più on line, tramite la quale numerosi professionisti della progettazione elaborano e mettono a disposizione iniziative e progetti concreti che perseguono l’obiettivo di formare e informare, per favorire una cultura della progettazione e della mobilità per tutti. Vi è la Provincia di Verona, naturalmente, ma anche l’Ordine Provinciale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, il Collegio Provinciale dei Geometri, l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “Cangrande della Scala”, Veronafiere e le associazioni ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili), UIC (Unione Italiana Ciechi) ed ENS (Ente Nazionale Sordi).

Ed è proprio Balab, insieme a tutti i suoi partner, ad aver lanciato nei giorni scorsi due interessanti concorsi di idee, aperti a studenti e professionisti di tutta Italia (divisi in categorie specifiche), denominati rispettivamente 5° Concorso di idee “Artigianato&Design” – “Accessibilità e dislivelli – NO GAP” (Progetto per un elemento modulare e temporaneo per il superamento di dislivelli) e 5° Concorso di idee “Interior Design” – “Accessibilità e freetime – BAR senza BARRIERE” (Progetto di una struttura bar accessibile sia per il gestore che per la clientela).

La prima delle due iniziative – come si può leggere nel bando – «ha per oggetto la progettazione di un sistema per il superamento di dislivelli. Partendo cioè dalle lavorazioni artigianali qualitativamente più rilevanti, nella tradizione costruttiva del mobile classico della Bassa Veronese, si dovrà elaborare un elemento (o un sistema) modulare dal design semplice, funzionale ed esteticamente piacevole. La soluzione dovrà essere costituita da elementi modulari eventualmente aggregabili, che rispettino i dettami normativi italiani in materia di barriere architettoniche e i princìpi di progettazione per l’Utenza Ampliata: autonomia d’uso, compatibilità d’uso, adattabilità/flessibilità, normalità di immagine, semplicità di utilizzo, buon rapporto qualità/prezzo, sicurezza e affidabilità».

Ugualmente interessante anche l’altro bando, che ha per oggetto – come accennato – la progettazione di una piccola struttura bar accessibile, sia per il gestore che per la clientela.
Anche in questo caso, naturalmente, dovranno essere rispettate le leggi italiane in materia di barriere (con particolare attenzione posta all’eliminazione di quelle sensoriali) e i già citati princìpi di progettazione per l’Utenza Ampliata.

Il termine per la presentazione degli elaborati in concorso è stato fissato per il 22 ottobre 2007, mentre la premiazione dei vincitori e una mostra di alcuni tra gli elaborati presentati sono previste per il mese di gennaio del 2008.
(S.B.)

Per scaricare il bando dei concorsi e per ulteriori informazioni:
Laboratorio Balab, info@balab.itwww.balab.it.
Stampa questo articolo