Un premio al turismo per tutti

Anche quest’anno, alla fine di settembre a Cecina (Livorno), verranno premiate le realtà ricettive in grado di offrire un’idonea accoglienza turistica alle persone con disabilità temporanee o permanenti. Entro il 17 settembre, dunque, alberghi, campeggi, villaggi turistici, ma anche amministrazioni, agenzie di viaggio e altri ancora potranno partecipare al Premio “Turismo Italia Accessibile”

Disegno di ragazzo in carrozzina su un dromedarioAnche quest’anno, per la seconda volta consecutiva, verrà assegnato a Cecina (Livorno) il Premio “Turismo Italia Accessibile”, durante la tavola rotonda Turismo per tutti, qualità e accessibilità dei servizi turistici. Un’opportunità per clienti e operatori, prevista per venerdì 28 settembre (ore 9.30), nell’ambito della ventunesima edizione di BETA (Borsa Europea del Turismo Associato).

L’iniziativa, promossa dall’Associazione SiPuòLaboratorio Nazionale Turismo Accessibile e patrocinata dalla stessa BETA, oltre che dalla Regione Toscana e dall’ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo), intende valorizzare quel sistema turistico che meglio avrà saputo interpretare il principio del turismo per tutti.
Il riconoscimento verrà dunque assegnato alle migliori esperienze – nazionali e straniere – che abbiano realizzato con successo sistemi tali da consentire ai turisti con disabilità di fruire tranquillamente di una vacanza.

Possono quindi partecipare alla selezione per il premio – e lo potranno fare entro lunedì 17 settembre – tutte quelle realtà ricettive (alberghi, campeggi, agriturismi, villaggi turistici, bed and breakfast, residence ecc.) in grado di offrire un’idonea accoglienza anche alle persone con disabilità temporanee o permanenti.
Allo stesso modo potranno partecipare anche quelle realtà, pubbliche o private (amministrazioni, istituzioni, tour operator, agenzie di viaggio, spiagge, parchi tematici), che abbiano mirato ad adeguare la loro offerta a questa tipologia di clientela con esigenze speciali.

«La selezione – spiegano gli organizzatori del premio – sarà realizzata da un gruppo di esperti del mondo del turismo e della comunicazione, nonché da rappresentanti delle associazioni di persone con disabilità. Per quanto riguarda i criteri di giudizio, l’attivazione di un insieme strutturato di servizi, concepito in un’ottica di accoglienza completa, sarà considerata prerogativa preferenziale nella valutazione dei soggetti candidati».
(S.B.)

Come già detto, per partecipare alla selezione del Premio “Turismo Italia Accessibile” è necessario inviare una scheda descrittiva del pacchetto turistico o della struttura a info@laboratoriosipuo.net, entro e non oltre le ore 12 di lunedì 17 settembre. Al medesimo recapito si possono anche chiedere ulteriori informazioni sull’iniziativa.
Stampa questo articolo