- Superando.it - http://www.superando.it -

L’Italia e il grande sostegno a «1million4disability»

Il sito specificamente realizzato per sostenere «1million4disability»La scadenza è così vicina che tra poco avrà inizio il conto alla rovescia. Il 30 settembre, infatti, sarà l’ultimo giorno utile per dare la propria, importante adesione alla campagna 1million4disability, lanciata dall’EDF (European Disability Forum) alcuni mesi fa, che punta a raccogliere entro il 30 settembre di quest’anno un milione di firme nei vari Paesi dell’Unione Europea, contro la discriminazione di oltre 50 milioni di cittadini con disabilità.

L’ambizioso traguardo rimane ancora piuttosto lontano, benché rappresentino indiscutibilmente un risultato di enorme rilevanza le 411.258 firme raccolte fino ad oggi (5 settembre). Inoltre, siamo certi che la determinazione di coloro che sostengono questa battaglia per la difesa dei diritti umani e le pari opportunità delle persone con disabilità non vacillerà certo ora, anzi.

E al loro fianco, in queste cruciali settimane estive, si sono schierate, tra le tante realtà ed enti, anche numerose Amministrazioni Comunali che credendo profondamente nei valori alla base dell’iniziativa, hanno sottoscritto la campagna. «Io Firmo: il Comune di San Marzano sul Sarno (Salerno) aderisce alla raccolta di firme per un’Unione Europea nella quale i diritti delle persone con disabilità siano tutelati tramite una legislazione efficace», si legge in evidenza nel sito internet del Comune, dove si invitano anche tutti i cittadini alla sottoscrizione.
«Prendi posizione, fai la differenza» è invece l’energico invito lanciato sempre attraverso la rete dal primo cittadino del Comune di Castel Maggiore (Bologna), il quale ha anche voluto aggiungere che «un minuto del tuo tempo può cambiare la vita di 50 milioni di cittadini con disabilità: firma ora, per raggiungere 1 milione di firme». E come loro, anche molti altri.

Una segnalazione particolare, inoltre, merita il grande lavoro svolto nei mesi scorsi dalla Cooperativa Bucaneve di Castel Goffredo (Mantova), la quale ha sposato pienamente la causa di 1million4disability. Grazie infatti all’impegno di soci e volontari, la Cooperativa ha allestito banchetti per la raccolta delle firme in molte piazze di Veneto e Lombardia, cercando con tutte le proprie risorse – e riuscendovi – di coinvolgere attivamente le amministrazioni comunali e provinciali delle località interessate (Mantova, Brescia, Desenzano del Garda, Verona, Peschiera del Garda).
Uno dei banchetti per la raccolta delle firme allestiti dalla Cooperativa Bucaneve«Una società migliore per i disabili è una società migliore per tutti», ha affermato nelle scorse settimane Maria Rosa Fanelli, presidente della Cooperativa. «Noi della “Bucaneve” su questo ci mettiamo la firma, e come noi tutti quei cittadini che vengono a incontrarci in piazza e si fermano al nostro banchetto. Appena conclusa la raccolta faremo in modo che le firme arrivino direttamente nelle mani del Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso, a testimoniare così il vigore civile della nostra città».
E quella scelta per ospitare l’ultima tappa del tour promosso dagli amici della Cooperativa Bucaneve prima di partire per Bruxelles, quindi, non poteva che essere la “loro” Mantova, dove tutto è partito alcune settimane fa e dove domenica 9 settembre chi ancora non ha aderito a 1million4disability potrà farlo, scegliendo in questo modo di dare il proprio contributo a una causa tanto importante quanto quella dei diritti umani
(C.N.)

La traduzione italiana del testo che fissa i princìpi in base ai quali si è deciso di avviare la campagna di raccolta firme, è disponibile cliccando qui.
Il modulo con i punti essenziali della campagna e una griglia contenente dieci firme può essere stampato cliccando qui, utilizzato e spedito all’EDF.

EDF (European Disability Forum)
Rue du Commerce, 39/41 – B – Brussels
tel. 0032 2 2824600, fax 0032 2 2824609
info@edf-feph.orgwww.edf-feph.org/
Sito della campagna (aperto il 23 gennaio 2007):
www.1million4disability.eu.