- Superando.it - http://www.superando.it -

I lavavetri e le persone con disabilità

Persone in carrozzina sulle strisce pedonaliNel tentare di dare una soluzione all’annoso problema dei lavavetri e dei parcheggiatori abusivi – stando almeno a quanto riportato dagli organi di stampa – tanto gli imprenditori privati quanto la pubblica amministrazione si sono offerti di individuare possibili collocazioni lavorative.
Un impegno, questo, certamente apprezzabile, di cui la Consulta CPD di Torino, essendo preposta a tutelare proprio le persone in difficoltà, non può che essere lieta. Una soddisfazione che viene però limitata dalla consapevolezza che altre difficoltà non ricevono eguale trattamento ed eguale considerazione da parte del mondo del lavoro. 

Ci riferiamo, ovviamente, alle persone con disabilità, sia fisica sia intellettiva sia sensoriale, il cui diritto al lavoro è sancito dalla Legge 68/99. Eppure ancora oggi numerose aziende risultano in ritardo nell’adeguarsi a tale norma, assumendo il numero prescritto di lavoratori con disabilità, preferendo altresì pagare le multe previste. Analoga, se non peggiore, la situazione in ambito pubblico.
E ci riferiamo anche – forse meno ovviamente – a tutte quelle categorie di lavoratori svantaggiati che spesso si rivolgono al nostro call-center per avere aiuto e conforto nella loro ricerca di lavoro ormai disperata: lavoratori licenziati o in mobilità che per la loro età non riescono a ricollocarsi, madri con figli malati o affetti da disabilità e così via. 

Comprendendo quindi – perché le viviamo sulla pelle nostra e dei nostri utenti – le ragioni di chi si mobilita per trovare un posto di lavoro per le categorie svantaggiate, tra cui anche lavavetri e parcheggiatori abusivi, ci limitiamo a chiedere che tali emergenze non ne oscurino altre altrettanto pressanti.
Per ora ci limiteremo a consigliare a coloro che si rivolgono al nostro call-center, perché sono senza lavoro, di trovarsi un incrocio comodo ma frequentato.

*Ufficio Comunicazione CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà) di Torino.