La mia specialità è superare limiti

11 ottobre 2007: è la seconda edizione della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico, organizzata dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico), in collaborazione con la Fondazione Enel Cuore e festeggiata in dieci diverse città italiane, lungo tutta la penisola

La Nazionale Italiana di wheelchair hockeyDopo la prima edizione nel 2006, giovedì 11 ottobre si celebra la Seconda Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico.
Bari, Bologna, Genova, Gubbio, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma e Torino: sono queste le dieci città italiane che accolgono i festeggiamenti organizzati dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico), organo ufficialmente preposto a coordinare le attività sportive di tipo paralimpico.

La Giornata è realizzata in collaborazione con la Fondazione Enel Cuore, che sostiene le attività paralimpiche tramite il progetto Il cuore che illumina lo sport, iniziativa di promozione della pratica sportiva tra le persone con disabilità consistente nell’acquisto di attrezzature e materiali sportivi, nella partecipazione degli atleti disabili alle maggiori attività sportive italiane e, appunto, nella realizzazione delle Giornate Nazionali.
Numerosi, poi, i patrocini degli enti pubblici locali, dalle Regioni (Puglia, Emilia Romagna, Liguria, Umbria, Lombradia, Camania, Veneto, Sicilia, Lazio e Piemonte) alle Province e ai Comuni (Bari, Bologna, Genova, Gubbio, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma e Torino).

In ogni città viene proposta una serie di esibizioni sportive all’insegna dell’integrazione tra ragazzi disabili e non, che si metteranno in gioco cadenzati dallo slogan La mia specialità è superare limiti.
(B.P.)

Per ulteriori informazioni:
Comitato Paralimpico Italiano
tel. 06 36851, segreteria@comitatoparalimpico.it.
Stampa questo articolo