Il senso delle possibilità

Con il convegno nazionale del 20 ottobre a Bologna, l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) si propone soprattutto di mettere in evidenza – insieme ad autorevoli rappresentanti delle Istituzioni – i vari ostacoli che ancor oggi impediscono di garantire, nel nostro Paese, la certezza delle condizioni di uguaglianza, non discriminazione e pari opportunità alle persone con disabilità e alle loro famiglie

«In coincidenza con la conclusione del 2007 – Anno Europeo delle Pari Opportunità per Tutti, si prenderà spunto provocatoriamente (ma anche costruttivamente) dalle testimonianze per una volta positive di famiglie, persone con disabilità, rappresentanti di associazioni e tecnici, sull’applicazione dei livelli essenziali (richiamati dall’articolo 117 della Costituzione) in molte fasi e ambiti della vita delle persone con disabilità, dalla presa in carico precoce all’inclusione scolastica e lavorativa, dal sostegno alla genitorialità, fino all’accoglienza ospedaliera e alla vita indipendente».

Ci sarà anche Stefano Inglese, consigliere del Ministero della Salute, al convegno di BolognaCon queste parole Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), presenta il Convegno Nazionale Non discriminazione = pari opportunità, organizzato dalla stessa ANFFAS a Bologna, per sabato 20 ottobre (Sala Polivalente della Regione Emilia Romagna, Viale Aldo Moro, 50, ore 9-18).
Obiettivo dell’iniziativa è dunque, in sostanza, quello di rappresentare il “senso di possibilità” delle pari opportunità e della non discriminazione delle persone con disabilità e dei loro familiari, che può realizzarsi se sostenuto da volontà politiche, istituzionali, di buona amministrazione e da adeguate risorse.
E a Bologna si cercherà di farlo, come spiega ancora Speziale, «dibattendo nel corso di una tavola rotonda con i rappresentanti dei Ministeri e con altri soggetti istituzionali – coinvolti nel processo di coordinamento trasversale delle varie politiche – sugli ostacoli che ancor oggi impediscono di garantire, nel nostro Paese, la certezza delle condizioni di uguaglianza, non discriminazione e pari opportunità alle persone con disabilità e alle loro famiglie».

Nel dettaglio del programma, dopo che gran parte della mattinata sarà dedicata alle varie testimonianze di cui si è detto (ore 11), al centro del pomeriggio – preceduta dall’intervento sulle Pari opportunità nell’Unione Europea di Camille Latimier, responsabile dei diritti umani e della non discriminazione per Inclusion Europe – vi sarà la citata tavola rotonda (ore 15.15), moderata dal responsabile del Segretariato Sociale RAI Carlo Romeo, cui parteciperanno, tra gli altri, Cecilia Franca Donaggio, sottosegretario del Ministero della Solidarietà Sociale e Stefano Inglese, consigliere del Ministero della Salute, insieme ai rappresentanti di altri Dicasteri.
Successivamente Marco Faini, componente del Comitato Tecnico-Scientifico del’ANFFAS, presenterà il Laboratorio Nazionale ANFFAS ONLUS sulla Non-discriminazione, mentre le conclusioni della giornata saranno affidate a Roberto Speziale.
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Segreteria organizzativa, presso ANFFAS ONLUS
tel. 06 3611524 – 06 3212391,
nazionale@anffas.net.
Stampa questo articolo