I diritti umani delle donne con disabilità

Il movimento delle donne con disabilità testimonierà tutta la propria vivacità e la voglia di confrontarsi e discutere, nel corso del seminario internazionale organizzato da DPI Italia (Disabled Peoples’ International) a Salerno, dal 14 al 16 dicembre, ove si rifletterà innanzitutto sulla violenza, le discriminazioni e la tutela dei diritti umani

Com’è noto, questo 2007 è l’Anno Europeo delle Pari Opportunità e nella definizione dello stesso non vi è alcun riferimento specifico alle donne con disabilità. Nonostante questa grave mancanza, il mondo delle donne con disabilità si manifesta però con iniziative importanti che ne affermano la vivace esistenza.

Oriella Orazi, Sorelle, 1990Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre, al Grand Hotel Salerno, nella città omonima, avrà luogo ad esempio il seminario internazionale Donne, disabilità, e salute. Riflessioni su violenza e tutela dei diritti umani, organizzato da DPI Italia (Disabled Peoples’ International), a conclusione del Progetto Lighthouse dedicato alla violenza subita dalle donne nei contesti sanitari.

In quell’occasione verrà esplorato il difficile aspetto della discriminazione multipla che spesso subisce una persona di genere femminile e con disabilità, e rispetto alla quale mancano ricerca e conseguente materiale scientifico.
In tal senso, per iniziare a colmare la lacuna, DPI Italia ha già sviluppato in questi anni quattro progetti finanziati all’interno del Programma Europeo Daphne I e II. Si tratta di indagini sulla condizione di violenza e di violazione dei diritti umani della donna con disabilità in diversi ambiti specifici – tra cui la famiglia, la sanità, il lavoro, il rapporto con l’assistente personale – nel tentativo di elaborare metodologie e strumenti di uscita da una situazione di crisi.

Quest’anno, a continuazione dei precedenti, il DPI ha sviluppato poi un quinto progetto dedicato all’ambito sanitario, dal titolo originale Lighthouse – Health Institutions: A Place of Violence for Women with Disabilities? An Issue of Ethics and Human Rights.
Nel seminario di Salerno verranno presentati in anteprima il manuale bilingue (italiano e inglese) e il CD-Rom contenenti il lavoro di ricerca e l’elaborazione di linee guida prodotti dal Progetto Lighthouse. La loro diffusione in Europa, presso enti pubblici e privati, mirerà a sensibilizzare sia gli operatori che le donne stesse, affinché acquisiscano la consapevolezza di ciò che subiscono.
Durante l’incontro, vi sarà poi l’occasione di discutere approfonditamente tra donne con disabilità, portando a galla anche vissuti personali legati al disagio nel rapporto con la sanità.

Interverrà anche Dinah Radtke, responsabile del Comitato di DPI che si occupa di donne e disabilità, al Seminario di SalernoIl primo giorno sarà diviso in due sessioni di lavoro – coordinate rispettivamente da Nunzia Coopedè, membro del Direttivo della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e da Vincenza Ferraresi, membro di DPI Italia – e sarà dedicato principalmente al confronto con esponenti istituzionali provenienti dall’Italia e dall’estero, sulle politiche pubbliche e le buone prassi riguardanti le donne con disabilità.
La giornata successiva, invece (guidata da Marina Galati, coordinatore scientifico del Progetto Lighthouse), ruoterà attorno ad uno spazio aperto di confronto e discussione tra le delegazioni di donne con disabilità presenti e provenienti da tutto il mondo, partendo dallo spunto Quali alleanze tra donne per costruire politiche per la salute?
Domenica 16 dicembre, infine, la tavola rotonda conclusiva condotta da Marisa Meduri, della Scuola del Sociale della Comunità Progetto Sud di Lamezia Terme (Catanzaro), che vedrà anche l’intervento del sottosegretario alla Solidarietà Sociale Cecilia Franca Donaggio.

Numerosi e autorevoli gli ospiti attesi, dal ministro della Salute Livia Turco alla senatrice Erminia Emprin, dal presidente della FISH Pietro V. Barbieri al presidente di DPI Europe Jean Luc Simon, da Rodrigo Gutierrez Fernandez, direttore generale del Settore Qualità, Assistenza e Attenzione all’Utente dei Servizi della Salute di Castilla La Mancha (Spagna) a Francisco Fonseca Morillo, direttore del Programma Europeo Daphne, per citarne solo alcuni, senza contare i vari rapresentanti istituzionali della città che ospita l’evento, tra cui il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca e il presidente della Provincia Angelo Villani.
(B.P. e S.B.)

Il programma integrale del seminario di Salerno è disponibile cliccando qui.
Per ulteriori informazioni:
DPI Italia, tel. 0968 463499, fax 0968 463568
lighthouse@dpitalia.org oppure dpitalia@dpitalia.org.

 

Stampa questo articolo