Lo sport come nuovo diritto di cittadinanza

Momenti agonistici, dibattiti, premiazioni e testimonianze per una giornata all’insegna di uno sport inteso come espressione di partecipazione attiva, da parte di persone con disabilità e non. Tutto questo sarà la manifestazione “Handy Sport – Giochi senza barriere”, organizzata ad Altopascio (Lucca) per il 25 novembre, dalla locale Delegazione dell’APICI (Associazioni Provinciali Invalidi Civili e Cittadini Anziani)

La Delegazione Zonale APICI (Associazioni Provinciali Invalidi Civili e Cittadini Anziani) di Altopascio (Punto Handy), in provincia di Lucca, ha organizzato per domenica 25 novembre (Scuola Elementare di Piazza Dante Alighieri, 1, Altopascio, ore 15), in collaborazione con il Comune locale e con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Regione Toscana, una manifestazione sportiva per persone disabili e non, intitolata Handy Sport – Giochi senza barriere.

Uomo in bicicletta alla cui mano è attaccata una donna in carrozzinaL’iniziativa – che volutamente coincide con l’Anno Europeo delle Pari Opportunità – si fonda sui principi promossi dall’Unione Europea, in ambito di diritto da parte dei cittadini a non essere più discriminati, godendo tutti delle pari opportunità, con la valorizzazione dei benefìci che anche dalle diversità possono derivare.
«Quindi – dichiara Francesca Pieretti, presidente della Delegazione APICI di Altopascio – promuovere iniziative di sensibilizzazione volte a lottare contro atteggiamenti e comportamenti discriminatori, nonché ad informare le persone circa i loro diritti e obblighi, rientra in un approccio trasversale volto a far prendere coscienza del contributo positivo che ogni persona, indipendentemente dalla propria diversità, può fornire alla società complessivamente».

Ai saluti di apertura della stessa Francesca Pieretti, del sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, degli assessori comunali Fabio Orlandi e Alessandro Bianchi e dell’assessore allo Sport e al Volontariato della Provincia di Lucca Valentina Cesaretti, seguirà la presentazione di alcune società sportive, con Gian Paolo Cerri, presidente del CIP Toscana, Sandro Bensi, presidente della Società Sportiva di Judo G.S. UIC di Pisa, Massimo Carletti, presidente della Società Sportiva Mini Basket, Massimo Porgiani, presidente del Gruppo Sportivo Handicappati Toscana, Cristiano Bigaghi, del Club Scherma T.B.B. di Lucca, Sergio Guidi, della Società Nuovo Basket di Altopascio e Natale Tonini, presidente dello Sport Calcio Balilla sempre di Altopascio.

La parte centrale della giornata sarà poi dedicata ad una serie di dimostrazioni sportive (minibasket per disabili, judo per disabili e non, basket, pallamano per disabili, scherma per disabili e non), mentre la conclusione – prima di una serie di riconoscimenti destinati agli atleti e alle società sportive – verrà affidata ad alcuni interventi e testimonianze, con il fisioterapista Francesco Monachino, che tratterà il tema La riabilitazione nello sport per disabili, i campioni di atletica leggera Stefano Gori e Andrea Piccolo e il presidente dell’A.S.Ha. di Pisa Aurelio Lupi.

Un appuntamento ricco di aspetti interessanti, dunque, perché «lo sport attivo per disabili e non – conclude Francesca Pieretti – è diventato, e sempre più sta diventando, parte stabile del progetto di vita di giovani, anziani, uomini e donne, senza limiti di età, di censo, di cultura e di abilità, come espressione di un nuovo diritto di cittadinanza e di partecipazione attiva. Proprio da questi principi è nata l’idea di realizzare questo progetto».
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Delegazione Zonale A.P.I.CI. di Altopascio (Punto Handy)
tel. 0583 216404 – 338 9236610,
altopascio@puntohandy.it.
Stampa questo articolo