L’importanza dell’integrazione scolastica

Applicare correttamente la normativa vigente, in modo tale che le persone con disabilità possano usufruire come tutte le altre del diritto allo studio: di questo e altro si parlerà il 1° dicembre a Palazzolo Acreide (Siracusa), nel corso di un convegno organizzato dalla locale Sezione dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), in collaborazione con l’ANFFAS Nazionale

«Sottolineare l’importanza dell’integrazione scolastica, la cui realizzazione vede impegnati i vari enti del nostro territorio, per una corretta applicazione della normativa vigente affinché le persone con disabilità possano usufruire come tutti gli altri del loro diritto allo studio».
Viene presentato così il convegno che si terrà sabato 1° dicembre a Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa (Sala Consiliare del Comune di Palazzolo Acreide, ore 9-17.30), organizzato dall’ANFFAS locale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), in collaborazione con l’ANFFAS Nazionale.

Bimba in carrozzina a scuola davanti all'insegnanteModerata da Francesco Marcellino – consulente legale dell’ANFFAS – la giornata sarà introdotta da Giuseppe Giardina, presidente dell’ANFFAS di Palazzolo Acreide e dopo i saluti di Domenico Nigro, sindaco della città e di Bruno Marziano, presidente della Provincia Regionale di Siracusa, vedrà gli interventi di Enzo Mazzotta, del CSA (Centro Servizi Amministrativi) di Siracusa (Verso una scuola per l’integrazione); di Gaspare Raimondi, dirigente tecnico del Ministero della Pubblica Istruzione e coordinatore GLIP (Gruppo di Lavoro Interistituzionale Provinciale) di Siracusa (Il ruolo dei Gruppi di Lavoro per l’integrazione delle persone con disabilità); di Salvatore Tondo, pedagogista dell’ASL 8 di Siracusa (Funzioni e competenze dell’Unità Multidisciplinare dell’ASL n. 8 di Siracusa); di Carmela Rubino, dirigente del 1° Circolo Didattico Gabriele Judica di Palazzolo Acreide (Verso una scuola per l’integrazione); di Giulietta Milio, dirigente scolastico (Esperienza del CTRH di Capo d’Orlando nella provincia di Messina); di Nino Zampino, vicepresidente dell’ANFFAS Sicilia; di Roberta Grimaldi, coordinatrice del Gruppo Piano del Distretto Sociosanitario D48 (La nuova legislazione in materia di Servizi Sociali. L’attuazione del principio della governance); di Giuseppe Fancello, direttore dell’ENFAP (Ente Nazionale Formazione Addestramento Professionale) di Siracusa (L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità: realizzazione della comunità professionale); di Salvatore Nocera, vicepresidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) (Integrazione scolastica per gli studenti con disabilità); di Lilia Manganaro, consigliere nazionale dell’ANFFAS, delegata alle Politiche Scolastiche (Quale rete per la scuola e la famiglia al fine di garantire l’inclusione scolastica della persona con disabilità).

Nel pomeriggio è prevista poi una tavola rotonda che oltre a coinvolgere i già citati Nocera e Manganaro, vedrà anche la partecipazione di Lisa Rubino, referente provinciale dell’ANFFAS per la scuola e di altri dirigenti scolastici e insegnanti di sostegno o curricolari.

Da segnalare che per l’occasione verrà allestita presso il Palazzo Comunale una mostra di manufatti in ceramica realizzati nell’ambito del progetto ANFFAS Plasmare, Modellare, Creare con le mani…, finanziato dalla Provincia Regionale di Siracusa, iniziativa cui si assocerà anche l’Istituto “Netum” di Noto (Siracusa).
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
ANFFAS Palazzolo Acreide (Siracusa)
tel. 0931 881557 – 368 7355824,
anffaspalazzolo@virgilio.it.
Stampa questo articolo