Tutti possono visitare la Reggia di Caserta

Sono stati inaugurati alla fine di marzo, all’interno della celebre Reggia di Caserta, alcuni nuovi servizi destinati a varie tipologie di persone con disabilità, che ne rendono sempre più facile la mobilità interna ed esterna. Si tratta di realizzazioni attuate anche con la fondamentale collaborazione delle associazioni di persone con disabilità

Inaugurati alla fine di marzo, in occasione della Settimana della Cultura 2008, sono in piena attività, presso la Reggia di Caserta, sia il nuovo Servizio di accoglienza e visita al Parco per gli utenti disabili, sia il progetto S.I.T.In. (Servizi Integrati per un Turismo Inclusivo) – ideato con strategia complementare al precedente – allo scopo di promuovere anch’esso la mobilità interna ed esterna al prestigioso monumento campano.La Fontana Margherita della Reggia di Caserta

Per quanto riguarda il Servizio, si tratta in sostanza di un ampliamento delle opportunità offerte all’utenza, tramite la creazione di un luogo “fisico” di accoglienza e di introduzione alla visita del Parco in locali appositamente adeguati presso la Fontana Margherita, il tutto in attuazione del Progetto Ministeriale Cassio e del progetto regionale campano Reggia senza barriere.
Nel dettaglio, sono a disposizione dell’utenza una postazione multimediale singola “facilitata” per disabilità motorie e visive – con un sistema didattico pure multimediale di guida alla visita – e una multipla (per piccoli gruppi); una serie di sussidi didattici realizzati su supporto cartaceo (in quattro lingue), plastico e informatico, oltre che trascritti in braille e nel linguaggio dei segni; una guida vocale; la disponibilità di un servizio di visita nel Giardino Inglese (percorso tattile-olfattivo della durata di un’ora circa, in genere ogni giovedì), per favorire una conoscenza sensoriale del patrimonio artistico e botanico.

Come già accennato, il progetto S.I.T.In – che è curato dalla cooperativa sociale Ability 2004 –  va senz’altro interpretato sinergicamente rispetto al precedente servizio. A spiegarne l’essenza sono i suoi stessi promotori: «Al fine di incrementare l’afflusso turistico a Caserta, per offrire un’accoglienza etica e non discriminante, inclusiva e che consenta a tutti la pari opportunità nella fruizione dei beni culturali, saranno attivati i seguenti servizi gratuiti per le persone con difficoltà di deambulazione: trasporto da e per stazioni ferroviarie-aeroporto verso gli hotel, con navetta accessibile; trasporto dagli hotel verso la Reggia di Caserta con navetta accessibile; mobilità interna alla Reggia con scooter elettrico o carrozzina manuale; accoglienza e orientamento sui percorsi accessibili».

A fianco della Soprintendenza BAPPSAE (Beni Architettonici, Paesaggio, Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico) per le Province di Caserta e Benevento – che ha promosso tali realizzazioni –  preziosa è stata la collaborazione dell’LPH (Lega Problemi Handicappati) di Caserta, aderente alla FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), insieme a quella dell’EPT locale (Ente Provinciale Turismo), dell’Agenzia Giovani Provinciale, dell’Istituto Statale Sordi e dell’UIC (Unione Italiana dei Ciechi).
Per usufruire delle prestazioni di cui si è detto, è necessario prenotarsi rivolgendosi agli operatori di Ability 2004 i quali hanno aperto un front office nei locali dell’EPT. (S.B.)

Il front office di Ability 2004, presso l’EPT della Reggia di Caserta, è aperto tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 9.30 alle 17.30.
Per ulteriori informazioni:
tel. 0823 550026 – 0823 550011
info@turismoacaserta.itcoopsocialeability2004@yahoo.it
sito: www.turismoacaserta.it.
Stampa questo articolo