- Superando.it - http://www.superando.it -

Quando l’iniziativa parte dal cittadino

«Non si può più nemmeno fare un giro in Via Vittorio Emanuele, la strada principale di Canicattini, a causa delle grandi fioriere sistemate sulla strada, né entrare nei locali della Guardia Medica di Via Umberto»: non usa mezzi termini Giuseppe Rovatti, cittadino con disabilità di Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, nelle lettere ripetutamente inviate al sindaco della città Paolo Amenta e all’assessore comunale agli Affari Sociali e alla Pubblica istruzione Paolo Formica.

Persona in carrozzina davanti al gradino alto di un marciapiede«Questi – ha scritto ancora Rovatti – sono solo due tra i problemi che le persone con disabilità devono affrontare quotidianamente nella mia città a causa delle barriere architettoniche. Qualche settimana fa, ad esempio, nonostante le continue rassicurazioni ricevute dal sindaco, ho dovuto constatare che anche l’accesso alla biblioteca comunale, senza scivolo, è rimasto praticamente “vietato” ai disabili, così come il nuovo palazzo della Protezione Civile».

Di fronte dunque alla mancanza di risposte concrete su questi gravi problemi di mobilità, è stato lo stesso Rovatti a mobilitarsi, cercando di coinvolgere altri cittadini – soprattutto con l’utilizzo di internet – per indire una manifestazione di protesta che si terrà nel centro del Comune siracusano giovedì 24 aprile (ore 16.30).
Un’iniziativa concreta che ci si augura possa portare, in tempi brevi, a risolvere almeno i problemi più pressanti, come quelli già segnalati delle fioriere nella via principale della città e dell’accesso alla biblioteca comunale. (S.B.)