- Superando.it - http://www.superando.it -

Quello stupore che ricrea

La locandina del decimo Festival Internazionale delle Abilità Differenti«Siamo drammaticamente in cerca del nuovo, dell’eccezionale, del diverso: ci inventiamo un’altra vita, preferiamo immaginarci una realtà fittizia, ricorriamo a diversivi ed evasioni, inseguiamo ossessivamente qualcosa di nuovo».
Ma in una società come quella attuale, cosa genera veramente dello stupore dentro di noi? «Platone – leggiamo ancora nella presentazione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti – nel dialogo tra Teeteto e Socrate fa dire al primo: “In verità, o Socrate, io sono straordinariamente meravigliato di quel che siano queste apparenze, e talora, se mi fisso a guardarle, realmente, ho le vertigini“».

Ed è proprio da questa considerazione che ha preso spunto e vita Lo stupore che ricrea, ovvero la decima edizione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti che come ogni anno si sta sviluppando tra Carpi, Bologna e Modena e lo farà fino a lunedì 26 maggio.
Nel corso dell’importante evento, danza, musica, teatro e poesia diventano strumenti e canali privilegiati attraverso cui artisti con disabilità da tutto il mondo cercheranno di esprimere se stessi, i propri bisogni e i propri desideri, mettendosi in gioco e alla prova, riuscendo a ottenere anche grandi soddisfazioni.

La manifestazione, particolarmente ricca quest’anno di proposte ed eventi, ha avuto inizio il 3 maggio a Carpi – con una tavola rotonda introduttiva alla mostra Stupefatti di Spazio, la quale al termine del dibattito è stata inaugurata ufficialmente presso lo spazio industriale dell’Ex Cappellificio Lugli e Rossi (Via Aldrovandi, 20, ore 18.30).
In questa esposizione vi sono «grandi opere di piccoli artisti e piccole opere di grandi artisti, tra cui Morandi, Balla, Scanavino, Fontana e altri», come spiegano gli organizzatori della manifestazione, i quali, come nelle edizioni precedenti, anche quest’anno fanno parte della Cooperativa Sociale Nazareno, realtà nata nel 1990 a Carpi e che opera quotidianamente con persone con disabilità fisiche o con problemi psichici e che da dieci anni organizza questo importante evento, diventato un momento e un luogo di scambio, dialogo e incontro per gli artisti con disabilità di tutto il mondo.

Successivamente, l’11 e il 18 maggio, vi sono stati due importanti appuntamenti musicali, che hanno avuto come protagonisti da una parte l’Ensemble Traiettorie Sonore, diretta da Giovanni Landini e dall’altra Luigi Serafini, accompagnato al flauto da Matteo Ferrari.
Sarà però a partire da mercoledì 21 maggio che la manifestazione entrerà nel vivo, con un ricchissimo programma di spettacoli, incontri, laboratori e convegni.
Tra questi segnaliamo in particolare una serata musicale, presentata da Paolo Cevoli e Claudia Penoni, che avrà luogo proprio il 21 al Teatro Comunale di Carpi (ore 21) e che vedrà esibirsi, insieme a tanti artisti e gruppi da tutto il mondo, anche il noto gruppo musicale romano dei Ladri di Carrozzelle.
Il giorno successivo, invece, sempre a Carpi, verrà proiettato il film Piano, solo (Cinema Multisala, ore 21.15), cui seguirà un dibattito con il regista Riccardo Milani e l’attrice Paola Cortellesi.
Sabato 24 maggio Modena ospiterà invece una serata interamente dedicata alla danza, che avrà come madrine Cecilia Gasdia e Oriella Dorella.
(Crizia Narduzzo)

Il programma completo della manifestazione è disponibile cliccando qui.
Per ulteriori informazioni:
Società Cooperativa Sociale Nazareno
tel. 059 664774 – 348 3955365, info@nazareno-coopsociale.it
.