Un nuovo servizio per i ragazzi con dislessia

Si tratta del servizio “Libro Parlato”, recentemente avviato a Bosisio Parini (Lecco) dall’Istituto E. Medea – Associazione La Nostra Famiglia e rivolto ai ragazzi con dislessia che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado. L’iniziativa fornisce consulenza sull’utilizzo degli audiolibri (anche alle scuole, tramite uno sportello telefonico), consente l’accesso online alla biblioteca del Libro Parlato Lions e anche la registrazione di nuovi testi “su misura”

Disegno che rappresenta un ragazzo con problemi di dislessiaÈ stato recentemente avviato, presso l’Istituto E. Medea – Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco), il nuovo servizio denominato Libro Parlato, rivolto ai ragazzi con dislessia frequentanti la scuola secondaria di primo e secondo grado (dagli 11 anni in poi).
Tale iniziativa consente di fornire consulenza sull’utilizzo degli audiolibri, la cui efficacia anche per le persone con dislessia è stata dimostrata da una recente ricerca – condotta sempre dall’Istituto Medea – effettuata su quaranta ragazzi con diagnosi di dislessia evolutiva.
In particolare, i dati emersi da tale sperimentazione avevano evidenziato che l’uso degli audiotesti comporta miglioramenti significativi nelle capacità di lettura, nel rendimento scolastico e nella motivazione e un calo dei problemi emotivo-comportamentali che solitamente si associano a questa patologia [su questa ricerca si legga nel nostro sito il testo a suo tempo pubblicato, intitolato Dislessia: il libro parlato funziona, disponibile cliccando qui, N.d.R.].

Il nuovo progetto – finanziato dalla Fondazione della Provincia di Lecco, dall’Associazione Lions Club Valle San Martino e dal Distretto Lions 108 Ib 1 – consiste in un primo colloquio con il ragazzo e i genitori.
Quindi viene fatta un’analisi dei requisiti degli audiolibri necessari per il ragazzo (velocità; voce; pause), attraverso la scansione e la lettura immediata con sintesi vocale di una pagina di un libro di testo.
Infine, in base alle esigenze del ragazzo stesso, viene garantito l’accesso online alla biblioteca del Libro Parlato Lions, che consente di acquisire direttamente da casa libri in formato digitale riguardanti narrativa e saggistica italiana e straniera, letteratura classica, poesia, teatro, religione, psicologia, pedagogia, didattica, politica, antropologia, analisi storiografica, musica, attualità e informazione scientifica.

Da segnalare, inoltre, che è possibile richiedere la registrazione di testi, dispense o altro materiale scolastico direttamente presso l’Istituto Medea: i nuovi audiolibri verranno realizzati “su misura” per il ragazzo, con voce, velocità e pause adattate alle sue abilità di lettura.
«È importante – spiega Anna Milani, psicologa, responsabile del servizio – che l’alunno possa seguire il testo parlato sulla pagina scritta. Ci sono infatti differenti forme di dislessia e si distinguono in base alla correttezza e alla rapidità della lettura. Questa può essere piuttosto veloce e presentare numerosi errori, corretta ma molto lenta e, infine, lenta e scorretta. Noi stiliamo una griglia con le caratteristiche di lettura ideali per ogni ragazzo e i nuovi testi rispetteranno proprio tali requisiti».

Il servizio Libro Parlato è rivolto ai ragazzi che hanno già ricevuto diagnosi di dislessia evolutiva presso La Nostra Famiglia o altri centri specializzati.
Da ricordare, in conclusione, che è stato aperto anche uno sportello telefonico per le scuole (031 877514) che fornisce indicazioni sul nuovo servizio e suggerimenti su una didattica che preveda l’utilizzo del libro parlato. (C.T.)

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea
tel. 031 877384,
ufficio.stampa@bp.lnf.it.
Stampa questo articolo