Calabria: l’accordo è buono, ora si attendono i fatti

È indubbiamente positivo, ma è atteso ora alla prova delle applicazioni concrete, il recente accordo sottoscritto tra la Regione Calabria, le Province, l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), la Lega delle Autonomie, l’Ufficio Scolastico Regionale, le Aziende Sanitarie Provinciali e il Consorzio delle Università, per favorire l’integrazione degli studenti con disabilità calabresi

Favorire l’integrazione scolastica degli studenti con disabilità della Regione: questo è lo scopo fondamentale del recente accordo siglato tra la Regione Calabria, le Province, l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), la Lega delle Autonomie, l’Ufficio Scolastico Regionale, le Aziende Sanitarie Provinciali e il Consorzio delle Università Calabresi.

Il presidente della Regione Calabria Agazio LoieroIl progetto – voluto dalla Regione – è stato presentato nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato tutti i rappresentanti delle varie istituzioni coinvolte, alla presenza anche del presidente regionale Agazio Loiero e del vicepresidente Domenico Cersosimo.
La Giunta Regionale ha sostanzialmente già approvato un programma di interventi per il triennio 2008-2010 che punta a sostenere l’integrazione scolastica degli studenti con disabilità, innanzitutto tramite un investimento complessivo di 11 milioni di euro.

L’attuale accordo intende creare azioni di coordinamento per sostenere e garantire la piena integrazione scolastica, formativa e sociale, con un attento monitoraggio dello stato di attuazione che di volta possa seguire i vari passaggi. Nell’iniziativa sono coinvolti i bimbi con disabilità degli asili nido e delle scuole primarie, fino ai ragazzi delle scuole medie e ai giovani universitari.
Un’iniziativa certo lodevole che però dovrà ora passare al vaglio delle applicazioni effettive, vale a dire dei fatti concreti. (S.B.)

Stampa questo articolo