- Superando.it - http://www.superando.it -

I sottosegretari che si occuperanno di disabilità

Erano già noti i nomi di Eugenia Roccella – che la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) incontrerà nei prossimi giorni – e di Francesca Martini – già incontrata dalla stessa FISH – quali sottosegretari di riferimento per le questioni riguardanti la disabilità all’interno del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.
Il 23 giugno le deleghe loro attribuite sono state pubblicate anche dalla Gazzetta Ufficiale, ciò di cui informiamo anche i nostri lettori.

Il sottosegretario Eugenia RoccellaNel dettaglio, come appunto da Gazzetta Ufficiale, «il Sottosegretario di Stato On. Eugenia Maria Roccella è delegato alla trattazione e alla firma degli atti relativi:
a) all’assistenza sociale e determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni;
b) alle politiche per il contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, incluse le forme più gravi di marginalità;
c) alle politiche per la promozione dei diritti e la tutela delle persone anziane, con particolare riferimento alle iniziative per favorire la partecipazione attiva alla vita sociale;
d) alle politiche per la protezione sociale e la cura, nonché alla promozione di modelli di integrazione socio-sanitaria e programmazione coordinata dei livelli di intervento, in favore delle persone in condizioni di non autosufficienza, nonché in favore dei malati acuti, cronici e terminali;
e) alle politiche di inclusione sociale e promozione dei diritti delle persone con disabilità;
f) alle politiche per la tutela e la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza;
g) alle politiche di tutela abitativa a favore delle fasce sociali deboli ed emarginate;
h) alla promozione delle iniziative in materia di responsabilità sociale delle imprese;
i) al Fondo Nazionale delle Politiche Sociali e altri fondi connessi e alla valutazione e monitoraggio della spesa e delle politiche sociali;
j) al volontariato, all’associazionismo e alle formazioni sociali;
k) alle politiche di integrazione degli stranieri immigrati e di tutela dei minori stranieri;
l) alla salute delle donne, con particolare riferimento alle politiche per la maternità, dal periodo preconcezionale (prevenzione, infertilità e sterilità, contraccezione), alla gravidanza (diagnostica prenatale e genetica, parto e puerperio) e al periodo post-nascita (allattamento, depressione post-parto ecc.), incluse l’attuazione della Legge 22 maggio 1978, n. 194 e successive modificazioni e integrazioni e la Legge 19 febbraio 2004, n. 40;
m) alla ricerca scientifica in materia di procreazione assistita, di embriologia (gameti e embrioni umani) nonché di materiale biologico derivato da embrioni umani;
n) alle politiche di tutela della dignità delle persone nella fase conclusiva del ciclo vitale;
o) alla donazione, approvvigionamento, controllo, lavorazione, conservazione, stoccaggio e distribuzione di tessuti e cellule, con particolare riferimento all’utilizzazione e conservazione di cellule staminali emopoietiche da cordone ombelicale;
p) ai rapporti con l’Agenzia Italiana del Farmaco – AIFA, l’Istituto Superiore di Sanità e il Consiglio superiore di Sanità nelle materie delegate, secondo quanto disposto nelle lettere precedenti;
q) all’attività di contenzioso nelle materie di cui ai punti precedenti».

Il sottosegretario Francesca MartiniPer quanto riguarda invece Francesca Martini, in questo caso «il Sottosegretario di Stato è delegato alla trattazione e alla firma degli atti relativi:
a) alle relazioni con la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e di Bolzano e alla gestione dei profili relativi al Fondo Sanitario Nazionale, con particolare riferimento ai piani di rientro delle regioni interessate, al contenimento della spesa, al riparto del Fondo Sanitario Nazionale, sentito il Sottosegretario di Stato prof. Ferruccio Fazio per le materie a Lui delegate;
b) alle materie della sanità pubblica veterinaria, degli alimenti e della nutrizione;
c) alle materie della disabilità, riabilitazione e Nomenclatore Tariffario dell’assistenza protesica;
d) all’assistenza sanitaria e medico-legale del personale navigante (Servizi di Assistenza Sanitaria al Personale Navigante – SASN); al supporto delle funzioni della commissione medica di appello avverso i giudizi di inidoneità permanente al volo;
e) alla corresponsione di indennizzi a favore di soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati, ai ricorsi e ai risarcimenti in materia;
f) alla tenuta dei rapporti con i medici di medicina generale e pediatri di libera scelta e le relative associazioni sindacali per le cure primarie;
g) alla Croce Rossa Italiana;
h) all’attività di contenzioso nelle materie di cui ai punti precedenti [grassetti e sottolineati nostri in entrambe le citazioni, N.d.R.]».