- Superando.it - http://www.superando.it -

La città dei diritti (e quelli dimenticati?)

La locandina dell'evento che si svolge ùin questi giorni a GenovaIl punto interrogativo è d’obbligo – alla fine del titolo – in attesa della risposta degli organizzatori di Genova città dei diritti, manifestazione in corso di svolgimento fino al 26 luglio prossimo.
Si tratta di un’amplissima rassegna, che si tiene nei luoghi più significativi della Superba e che per ben dieci giorni sta spaziando, con numerosi e assai qualificati interventi, dai diritti dei deboli al diritto alla fede, dai diritti sociali al ricordo di Paolo Borsellino, dallo Stato di diritto ai diritti violati, fino ai diritti dei minori e ai “Senza diritti”, ai temi diritti e responsabilità e musica e diritti e naturalmente ai diritti umani.

Manca però un riferimento diretto ad un’unica categoria: quella cioè delle persone con disabilità e marcatamente, poi, ai diritti delle bambine e bambini con disabilità, come manca, almeno nei programmi ufficiali, accanto alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, della quale si commemora il sessantesimo anniversario, un qualsiasi riferimento alla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Certi che il Comune di Genova rimedierà per bocca di qualche qualificato relatore a tale dimenticanza e che i diritti delle persone con disabilità saranno debitamente rappresentati, attendendo di sentire o di leggere qualcosa al riguardo, proponiamo ai lettori di Superando.it (cliccare qui) quelli che per noi sono i principali diritti dei bambini con disabilità, traendoli all’interno della relazione presentata dall’ABC Liguria (Associazione Bambini Cerebrolesi), nel corso del convegno denominato Leggi, diritti e legittime aspettative delle persone con disabilità e delle loro famiglie, svoltosi a Loano (Savona) il 13 dicembre 2007.

*Federazione Italiana ABC (Associazione Bambini Cerebrolesi).