- Superando.it - http://www.superando.it -

Fondi nel Lazio per gli studenti con disabilità

Anna Salome Coppotelli, assessore regionale del Lazio alle Politiche SocialiSono stati recentemente stanziati dalla Giunta Regionale del Lazio oltre 3 milioni e mezzo di euro per l’integrazione scolastica e formativa degli studenti con disabilità, che in tale regione sono più di 20.000.
I finanziamenti verranno assegnati alle cinque Province (Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo) e saranno destinati a sostenere iniziative e progetti sperimentali scolastici per la socializzazione, l’autonomia e l’apprendimento dei giovani, secondo una delibera voluta dall’assessore regionale alle Politiche Sociali Anna Salome Coppotelli, in collaborazione con l’assessore all’Istruzione, al Diritto allo Studio e alla Formazione Silvia Costa, che prevede un potenziamento degli interventi – grazie all’accorpamento delle risorse – fino ad un finanziamento totale di 3 milioni e 700.000 euro.

Nel dettaglio del porvvedimento, va detto che i settori privilegiati di intervento saranno da una parte il sostegno mediante l’impegno di figure professionali come gli assistenti educativi culturali (AEC), dall’altra la fornitura di sussidi e ausili, come i testi in braille, ritenuti di volta in volta necessari dal Piano Educativo Individualizzato, oltre all’istituzione di ausilioteche presso gli istituti scolastici capofila.
«Le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado – spiega l’assessore Coppotelli – singolarmente o con la partecipazione di enti locali o associazioni no profit, potranno presentare progetti, anche sperimentali, di sostegno per i ragazzi con disabilità; è prevista inoltre l’attivazione di centri territoriali sia all’interno che all’esterno delle scuole, per la realizzazione di attività di laboratorio occupazionale, musicale, teatrale, artistico-espressive e comunicazione, con tutor qualificati».

Da segnalare infine che della somma totale sopra indicata, 3 milioni e mezzo di euro verranno assegnati alle Province laziali in funzione del numero di studenti con disabilità che in esse vivono, mentre gli altri 200.000 saranno destinati all’istituzione di un portale dedicato all’inclusione di alunni e studenti con disabilità. (S.B.)