- Superando.it - http://www.superando.it -

E ora il lavoro di tre anni deve diventare prassi

Sagoma nera di persona in carrozzina su sfondo arancioneVerranno presentate il 16 settembre a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo, le Raccomandazioni Finali (MHADIE Final Policy Recommendations) derivate dal lavoro triennale del Progetto MHADIE (Measuring Health and Disability in Europe: Supporting Policy Development), iniziativa di ricerca finanziata dalla Comunità Europea e coordinata da Matilde Leonardi della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta di Milano, nata per trovare un significato scientificamente corretto al termine disabilità e che ritiene la Classificazione Internazionale ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health), prodotta nel 2001 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, come una buona base di lavoro.

«Con il suo lavoro volto a trovare una definizione scientificamente corretta per le varie disabilità, MHADIE – si legge nel documento che verrà prodotto a Bruxelles – può contribuire concretamente a migliorare i vari Piani d’Azione in questo settore, a partire dall’indispensabile armonizzazione delle statistiche europee sulla disabilità, ad oggi ancora quanto mai disomogenee».

La giornata del 16 settembre, sarà preceduta lunedì 15 (sempre a Bruxelles), da una tavola rotonda sul tema Le iniziative delle organizzazioni di persone con disabilità sulla salute e sulla disabilità nei Paesi Europei, cui parteciperanno circa quaranta diverse organizzazioni, provenienti da tutto il continente, che si confronteranno con alcuni rappresentanti della Commissione Europea. (S.B.)

Il testo integrale (in inglese) delle MHADIE Final Policy Recommendations è disponibile cliccando qui.
Sul progetto europeo MHADIE (Measuring Health and Disability in Europe: Supporting Policy Development), si suggerisce la lettura, sempre nel nostro sito, dei seguenti testi:
– Ma chi sono le persone con disabilità?, disponibile cliccando qui.
– I risultati di un progetto triennale, disponibile cliccando qui.
– Scienza sì, ma al servizio dell’etica, disponibile cliccando qui.