- Superando.it - http://www.superando.it -

Ultimi giorni per iscriversi alle «Chiavi di Scuola 2008»

Un'immagine del convegno che ha concluso a Napoli le «Chiavi di Scuola 2007»Ci sono ancora pochi giorni per partecipare alla seconda edizione delle Chiavi di Scuola, iniziativa voluta dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e da Enel Cuore ONLUS*, dopo il successo del 2007, che si pone come obiettivo quello di far emergere e conoscere il più possibile i tanti esempi di buone prassi di inclusione scolastica di alunni con disabilità presenti in Italia, per offrire un contributo positivo al miglioramento della qualità di tutto il sistema scolastico.
Con l’apertura del nuovo anno didattico, infatti, le problematiche connesse alla qualità dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità nelle scuole italiane sono tornate di stretta attualità, e centrali nel dibattito politico oltre che nell’opinione pubblica, con la loro coda di troppo spesso giustificate proteste e polemiche.

Il Concorso Le Chiavi di Scuola, patrocinato dal Ministero della Pubblica Istruzione, è aperto a tutti i Consigli di Classe che abbiano realizzato nell’anno scolastico 2007-2008 un progetto di inclusione scolastica (compresi anche quelli con alunni ospedalizzati o a domicilio), ad esclusione delle classi presenti all’interno di istituti o centri di riabilitazione.
Le iniziative in concorso dovranno coinvolgere un massimo di due alunni con disabilità all’interno di una classe, l’intera classe, tutto il corpo insegnante e almeno un ente pubblico o privato al di fuori della scuola, prevedendo il rispetto della normativa vigente.
Gli istituti interessati possono iscriversi al concorso attraverso il sito www.lechiavidiscuola.it, entro il 15 ottobre 2008, utilizzando il modulo online, mentre per la presentazione dei progetti ci sarà tempo fino al 7 novembre 2008.
I progetti presentati verranno esaminati da un Comitato tecnico-scientifico promosso dalla FISH, che valuterà l’insieme delle azioni proposte e realizzate, dando particolare rilievo alle pratiche basate sul rispetto dei diritti umani, sulle pari opportunità e sui principi di inclusione sociale.
Ai vincitori delle quattro categorie in concorso (scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado), andranno premi pari ad un valore di 2.000 euro ciascuno. La FISH, inoltre, in accordo con Enel Cuore ONLUS, prevede l’assegnazione di due premi per menzione speciale di 2.500 euro ciascuno a progetti che si siano particolarmente distinti nel garantire i diritti fondamentali e le pari opportunità.

L’auspicio degli organizzatori è quello di superare in numero gli oltre trecento progetti pervenuti per la prima edizione del Concorso, comprendenti moltissimi elaborati di grande pregio, tra cui si sono distinti in particolare:
– per la scuola dell’infanzia un percorso denominato Esploriamo la strada, finalizzato all’apprendimento delle regole base del comportamento stradale del pedone, che ha coinvolto una sezione di venticinque bambini, tra cui uno con disabilità, della Scuola “Neri” di Mirandola (Modena);
– per la scuola primaria il progetto presentato dall’Istituto Comprensivo Statale di Pero (Milano), che ha riguardato l’inserimento pieno e completo nel gruppo della classe di una bambina con sindrome di Down, sfociato in un lavoro di gruppo che ha portato l’alunna a realizzare, insieme a tutti i compagni, un libro personalizzato degli esercizi da svolgere durante le vacanze estive;
– per la scuola secondaria di primo grado il progetto d’istruzione domiciliare destinato ad un’alunna con gravissima disabilità, realizzato dall’Istituto Comprensivo di Narcao (Carbonia-Iglesias), che ha affiancato l’attività didattica quotidiana in videoconferenza con quella domiciliare dell’insegnante di sostegno e degli insegnanti curricolari.
– per la scuola secondaria di secondo grado il percorso realizzato all’interno del Liceo “Mazzini” di la Spezia per l’inclusione di una studentessa con disabilità psicofisica grave, con fasi di esperienza che hanno previsto attività individuali, di laboratorio (arteterapia, musicoterapie, psicomotricità) in piccoli gruppi, e le attività di lavoro in classe.

Il logo delle «Chiavi di Scuola»«Partecipare a questo concorso e alla Cerimonia di premiazione svoltasi a Napoli [se ne legga in questo sito al testo disponibile cliccando qui, N.d.R.] – ha commentato Rina Zanini, tra i responsabili del progetto vincitore nella categoria della scuola dell’infanzia – oltre alla soddisfazione di ricevere un premio così significativo, ha rappresentato inoltre un’opportunità davvero unica per conoscere altre realtà di differenti regioni attive in percorsi inclusione simili ai nostri. E quindi consiglio vivamente la partecipazione a questa esperienza, non solo perché è una soddisfazione vedere gratificato il proprio lavoro, ma perché è bene far emergere che tra mille difficoltà e con molte differenze si riesce comunque a lavorare seriamente per l’integrazione scolastica dei bambini con disabilità».

Gli esiti di questa seconda edizione del Concorso verranno presentati nel corso di un convegno nazionale, denominato anch’esso Le Chiavi di Scuola, che si svolgerà prima dell’interruzione delle lezioni prevista per le festività natalizie e a cui prenderanno parte, tra gli altri, anche le famiglie dei bambini e dei ragazzi coinvolti nei progetti vincitori. (Giuliano Giovinazzo)

__________________________________________________________________
*Enel Cuore è la ONLUS di Enel che, in Italia e all’estero, dà vita e sostiene iniziative di solidarietà nell’ambito dell’accoglienza, dell’assistenza e dell’educazione verso anziani, malati, persone con disabilità e bambini.
Al centro dell’attività di Enel Cuore vi è la persona, la famiglia, i bisogni della comunità: dall’accoglienza in ospedale all’assistenza domiciliare, dalle patologie complesse allo sport e alla socializzazione.
Nei primi quattro anni di attività, l’Associazione ha devoluto 20 milioni di euro a favore di 150 progetti realizzati (700 le richieste di intervento), tra cui
A casa è meglio, con la Comunità di Sant’Egidio; la Prima Giornata dello Sport Paralimpico, con il CIP (Comitato Italiano Paralimpico); la Scuola interetnica a Sarajevo con Azione Cattolica; la Casa dei bambini Enel Cuore, con l’Ospedale Meyer di Firenze; La Giornata della Colletta Alimentare, con la Fondazione Banco Alimentare.
La ONLUS interviene anche all’estero, accanto alle organizzazioni internazionali che operano nei territori colpiti da povertà, guerre e calamite naturali.

Ricordiamo ancora che ci si può iscrivere alla seconda edizione delle Chiavi di Scuola entro il 15 ottobre prossimo, mentre i progetti dovranno essere presentati entro il 7 novembre.
Per ulteriori informazioni:
concorso@lechiavidiscuola.it (sito: www.lechiavidiscuola.it).