- Superando.it - http://www.superando.it -

Sardegna: scenario privilegiato per l’integrazione e la mobilità

Il Coast Day 2008 è un evento internazionale unico nel suo genere – finanziato dall’Unione Europea e dalla Banca Mondiale – che coinvolge tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Le acque e le spiagge incontaminate della Sardegna
Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare e rendere più consapevoli politici, amministratori e cittadini del grande valore delle zone costiere che si affacciano sul “nostro” mare, soprattutto in un’ottica di conservazione e valorizzazione delle stesse attraverso una pianificazione e una gestione “integrate” di queste aree.
La campagna, che è stata celebrata ufficialmente il 24 ottobre, prevede per l’intera settimana un gran numero di attività organizzate nei diversi Paesi. Tema centrale di questa edizione è la gestione sostenibile delle spiagge.

Nel nostro Paese l’iniziativa è stata accolta con particolare entusiasmo e interesse dalla Sardegna, dove la Conservatoria delle Coste della Regione ha deciso di aderire e promuovere diverse iniziative per valorizzare le proprie coste.
Aree Marine Protette, Parchi Marini, Associazioni ambientaliste e operatori turistici propongono, fino a domenica 2 novembre, una nove giorni fitta di appuntamenti coordinati e integrati, volti a stimolare i cittadini «a una fruizione sostenibile dell’intera fascia costiera, che porti quante più persone a scoprirla, conoscerla e viverla in ogni periodo dell’anno».

E tra le molteplici attività di educazione ambientale, salvaguardia, animazionedivulgazione che sono state organizzate, segnaliamo in particolare la presentazione del volume “Tutti al mare – Subacquea e disabilità in Sardegna”, edito dalla CUEC (Cooperativa Universitaria Editrice Cagliaritana), che avrà luogo nei prossimi giorni in due località e momenti diversi.
Dapprima a Cagliari, dove il libro di Vittorio Gazale, Aldo Torti e Claudia Porcu verrà illustrato mercoledì 29 ottobre al Teatro delle Saline (Viale La Palma, ore 18). Successivamente a Sassari, dove l’appuntamento è per venerdì 31 ottobre presso la sala conferenze della “Casa Vacanze per Disabili” della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) locale – che ha collaborato al progetto – in località Platamona (ore 17).

«Ci sono libri – spiega Francesca Arcadu, presidente della UILDM di Sassari, nella presentazione del volume da lei curata – che già dal titolo riescono a trasmettere un messaggio chiaro, ed è questo il caso di “Tutti al mare – Subacquea e disabilità in Sardegna”. Questo testo, infatti, offre una prospettiva preziosa sul turismo accessibile e con evidenza scientifica, grazie a una serie aggiornata e completa di dati, mette in risalto un fenomeno troppo spesso sottovalutato sia dal punto di vista economico che sociale».    
Si tratta, dunque, di un libro utile e necessario, che cerca di fare il punto sullo stato dell’accessibilità in Sardegna analizzando le potenziali strutture e servizi accessibili, con particolare attenzione ai parchi e alle aree protette. Esso, inoltre, propone un approfondimento dedicato all’attività subacquea accessibile, quindi per tutti.
«Uno dei punti che emergono dalla ricerca – conclude Arcadu – è l’importanza di permettere la fruizione del nostro patrimonio naturale a tutti, preservandone il valore e in armonia con l’ecosistema. Proprio partendo dal concetto di biodiversità, infatti, la natura può diventare il contesto ideale per l’integrazione e la sperimentazione di nuovi percorsi di accoglienza dedicati ai viaggiatori con disabilità. Questo volume colma una lacuna di comunicazione, offrendo una gamma esauriente e dettagliata di informazioni utili per il turista con bisogni speciali che volesse accostarsi alle bellezza naturali della Sardegna. Incluso il suo mare, che offre a tutti la possibilità di immersioni nei fondali incontaminati. Subacquea e disabilità, dunque, come binomio che possa trovare in Sardegna uno scenario privilegiato per la realizzazione del diritto alla mobilità». (C.N.)

Per richiedere materiale e per ulteriori informazioni:
Francesca Arcadu – Sezione UILDM di Sassari
tel. 347 6501139, uildmsassari@tiscali.it