Da quarant’anni per superare ogni barriera

Con il convegno denominato “Oltre i limiti”, previsto per il 7 novembre, la UILDM di Rimini (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), oltre a festeggiare il quarantennale della propria fondazione, cercherà anche di fare il punto della situazione sulle varie attività svolte in ambito di abbattimento delle barriere architettoniche e culturali. Prevista anche la partecipazione di Pietro Barbieri, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Mirko Tomassoni, che è stato anche Capitano Reggente della Repubblica di San Marino, parteciperà al Convegno di RiminiNell’ambito delle iniziative promosse in occasione dei quarant’anni dalla sua costituzione, la Sezione UILDM di Rimini (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) ha organizzato per venerdì 7 novembre il convegno denominato Oltre i limiti, dedicato al tema delle barriere architettoniche (Sala Marvelli, Provincia di Rimini, Via Dario Campana, 64, ore 15).

All’appuntamento parteciperanno – insieme a Mira Battarra, presidente della UILDM di Rimini e ad Alberto Fontana, presidente nazionale dell’Associazione, che daranno il via ai lavori – Pietro Barbieri, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), Mirko Tomassoni, presidente dell’Associazione AttivaMente di San Marino e Andrea Stella, presidente dell’Associazione Lo Spirito di Stella, che daranno vita ad una prima sessione incentrata sulle esperienze personali.

La seconda sessione del convegno, invece, avrà una connotazione più tecnica e darà quindi spazio alle relazioni degli architetti Giovanni Del Zanna, Susi Domeniconi e Marco Gobbi, insieme a Silvia Bonomi, dell’organizzazione Village for All (V4A), che forniranno informazioni utili e aggiornate su temi quali la progettazione ampliata e la domotica, presentando anche esempi concreti che testimoniano come sia possibile, oggi, fondere i valori dell’accessibilità, dell’utilità per tutti e della sostenibilità, tanto dal punto di vista ambientale che da quello economico.
Chiuderà i lavori un dibattito aperto a tutti i presenti e coordinato dallo stesso Marco Gobbi.

«La UILDM di Rimini – sottolinea Mira Battarra – è impegnata da sempre in attività di sensibilizzazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali, coordinando con successo anche progetti di Servizio Civile Volontario, attraverso i quali offriamo sostegno e sollievo alle famiglie di persone con distrofie muscolari della zona. Sono quasi cinquanta, infatti, i nuclei familiari che nel corso degli anni si sono progressivamente avvicinati a noi e ai nostri servizi, diventandone, oggi, parte integrante. Tra i progetti più recenti, poi, vi è quello che stiamo cercando di realizzare con la Sezione locale dell’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), volto a programmare e a organizzare in modo sempre più funzionale e strutturato il servizio di assistenza domiciliare per le persone con disabilità gravi, creando un protocollo basato su una funzionale rete di collaborazioni tra tutti gli specialisti coinvolti nell’assistenza alla persona con grave disabilità». (C.N.)

Per ulteriori informazioni:
UILDM Rimini, tel. 0541 612075, uildm.rimini@virgilio.it.
Stampa questo articolo