- Superando.it - http://www.superando.it -

L’uomo è la misura di tutte le cose

Immagine utilizzata nella locandina dell'evento di Milano…e vissero felici e diversi. Storie di diversità per grandi e piccoli: si chiamerà così la giornata dedicata all’incontro annuale dell’AISAC, l’Associazione Italiana per l’Informazione e lo Studio dell’Acondroplasia, rara forma di nanismo dismorfico, dovuta a una mutazione del patrimonio genetico che comporta un’alterazione del tessuto osseo nella zona di formazione della cartilagine.

L’evento si terrà a Milano, sabato 14 marzo (Istituto dei Ciechi, Via Vivaio, 7, ore 9.30-17), con il patrocinio dell’Assessorato Comunale alla Famiglia, alla Scuola e alle Politiche Sociali, e il tema principale, come spiegano i promotori, «sarà la diversità, raccontata attraverso le descrizioni di esperienze quotidiane e la narrazione di fiabe». Una giornata, dunque, «di incontri e racconti, per adulti e bambini, perché ciascuno possa raccontarsi e insieme si possa costruire un patrimonio di storie, scrivendo così il “grande libro” di AISAC».

L’incontro verrà aperto dalla presidente dell’AISAC, Donatella Valerio Sessa e dopo i saluti delle autorità, proseguirà con l’intervento delle psicoterapeute Sara Intini (Progetti e ricerche: risultati L. 285) e Alba Marcoli (Laboratori emozionali).
Dopo l’Assemblea dell’Associazione (AISAC si allunga e si allarga), nel pomeriggio sono previsti – in contemporanea – l’intervento per i genitori di Paola Sani, fondatrice di “Sporchiamoci le mani“, laboratorio creativo di animazione e feste (Favole e disegni dei bambini) e della psicoterapeuta Carla Gaddi, per giovani e adulti con acondroplasia (Diventiamo tutti diversi). (S.B.)

Per ulteriori informazioni: AISAC ONLUS, tel. 02 87388427 – 8, segreteria@aisac.it.