- Superando.it - http://www.superando.it -

I migliori dell’handbike corrono in Brianza

Uno dei tanti arrivi vittoriosi del campione europeo di handbike Paolo CecchettoSarà il campione europeo Paolo Cecchetto l'”ospite d’onore” della prova di handbike che si correrà domenica 22 marzo sulle strade della Brianza, nell’ambito della Gelsia Brianza Marathon – Cento Chilometri di Seregno, Trofeo Italsilva.
Sulla distanza classica della maratona (42,195 chilometri), si daranno dunque battaglia alcuni dei più forti atleti italiani, a cominciare proprio da Cecchetto, varesino di 42 anni, nazionale paralimpico (categoria B), quattro volte campione italiano (dal 2000 al 2003) e nel luglio del 2008 primo italiano di sempre ad aggiudicarsi il titolo europeo EHC della difficile categoria B, con tre vittorie su cinque (Repubblica Ceca, Lussemburgo e Francia) e due terzi posti nelle prove a cronometro (Svizzera e Repubblica Ceca).
Sempre lo scorso anno, Cecchetto ha vinto anche le maratone di Piacenza, Treviso e Torino e il titolo di campione italiano a cronometro. La sua squadra, il Team Pulinet di Lodi, porterà alla partenza della gara del 22 marzo altri cinque atleti di altissimo livello, quali Gianluigi Granellini (categoria B), vincitore della maratona di Ravenna e di Salsomaggiore e della Half Marathon del Lago Maggiore, Fabrizio Cornegliani (categoria A), Walter Groppi (categoria B) e Massimiliano Bosi.

La sfida al Team Pulinet la lancerà la Polhvarese, con Domenico Vinci, terzo lo scorso anno alla Half Marathon del Lago Maggiore e Ivan Ghirozzi, nazionale di ice sledge hockey o “hockey su slitta” [su quest’ultima disciplina, si legga, in questo sito, un approfondimento cliccando qui, N.d.R.].
Presenti anche i fratelli Alessandro e Federico Villa, monzesi dell’Associazione Piccoli Diavoli 3 Ruote ONLUS. Alessandro, disabile da quando aveva 13 anni a causa di una malattia neurodegenerativa rara (l’atassia di Friedreich), due anni fa è stato protagonista negli Stati Uniti di un’impresa che ha dell’incredibile: con la sua handbike, infatti, ha percorso 770 chilometri, tra New Orleans e Memphis, in sette tappe da circa 100 chilometri ciascuna. Il suo “viaggio” si è concluso nella capitale del Tennessee, dove si teneva l’annuale congresso della National Ataxia Foundation.
Il fratello Federico, invece, affetto dalla stessa patologia, ha vinto nel 2008 il titolo italiano (categoria A), ha ottenuto un secondo posto in Australia nel prestigioso Wild West Tour e ha partecipato al South Africa Tour. Nel 2007 si era classificato ottavo ai Campionati Mondiali di Parabiago (Milano).

Sono oltre venti gli iscritti alla gara di Seregno, un risultato sopra la media delle presenze alle maratone di handbike, particolare bicicletta a tre ruote, quest’ultima, spinta con la forza delle braccia, su cui gli atleti con disabilità possono stare sdraiati o seduti.
La partenza e l’arrivo saranno presso il Parco “2 Giugno” (Via alla Porada), dove sarà allestito il villaggio dello sport. La gara di handbike partirà alle 8.45 (tempo massimo sei ore). Prima (alle 7.30) e dopo (alle 9.00) prenderanno il via gli atleti della Cento Chilometri e della maratona, gara valida per il titolo regionale lombardo.
La manifestazione si avvale del patrocinio del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e dalla IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail). (Walter Todaro)

Per ulteriori informazioni: stampa@seregno.info.