Integrazione scolastica in Sicilia: dalla denuncia alla proposta

Un importante convegno e una tavola rotonda a Palermo – previsti per il 22 aprile – allo scopo di mettere a confronto le principali associazioni della Sicilia che si occupano di disabilità, numerosi esponenti delle istituzioni nazionali e locali, organizzazioni sindacali e degli enti locali, nel tentativo di parlare un linguaggio comune sui diritti degli studenti con disabilità, secondo gli stessi princìpi declinati dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

Bimbo in carrozzina entra a scuolaOrganizzata dal Coordinamento H per i Diritti delle Persone con Disabilità nella Regione Siciliana, dall’ANFFAS Sicilia (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), da SFIDA Sicilia (Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità) e dalla FLC (Federazione Lavoratori della Conoscenza)-CGIL Sicilia, è prevista per mercoledì 22 aprile a Palermo (Sala Conferenze del Centro Direzionale della Provincia Regionale di Palermo, Via San Lorenzo, 312/g, ore 9-18) un’interessante giornata di lavoro, denominata Integrazione scolastica in Sicilia: dalla denuncia alla proposta.

Due le sessioni in programma, con un convegno in mattinata (La situazione in Sicilia ed esperienze in Italia) e una tavola rotonda nel pomeriggio (Una proposta per confrontarci), promossa, come spiega Giovanni Provvidenza, consigliere dell’ANFFAS Sicilia, «per riuscire a parlare tutti insieme, tra le varie associazioni coinvolte, lo stesso linguaggio per i diritti delle persone con disabilità per l’integrazione scolastica, come è stato redatto nella Convenzione ONU sui Diritti delle stesse, oltre che per confrontarci con le Istituzioni Regionali. In tal senso sono state invitate all’appuntamento tutte le associazioni della Sicilia, i dirigenti scolastici e gli insegnanti, gli operatori scolastici in genere».

Sarà proprio l’ANFFAS Sicilia ad aprire la mattinata (Esempi emblematici nella realtà siciliana), con i successi interventi di Andrea Supporta, dirigente della Pubblica Istruzione della Provincia Regionale di Palermo, Patrizia Monterosso, dirigente generale regionale del Dipartimento della Pubblica Istruzione, Guido Di Stefano, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Maurizio Gentile, che per lo stesso è coordinatore dell’Ufficio H, Andrea Ricciardi, segretario nazionale di SFIDA, Lilia Manganaro dello Sportello Integraziona Scolastica dell’ANFFAS Nazionale e Nina Daita, responsabile nazionale dell’Ufficio H della CGIL.

Alla tavola rotonda – coordinata da Alessandra Turrisi – oltre agli esponenti delle organizzatrici promotrici (rispettivamente Gabriella d’Acquisto per l’ANFFAS, Salvatore Crispi per il Coordinamento H, Maria Vitale per SFIDA Sicilia e Giusto Scozzaro per FLC CGIL Sicilia), parteciperanno numerosi rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali e comunali, oltre che delle organizzazioni sindacali regionali (CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS e GILDA), dell’ANP Sicilia (Associazione Nazionale Prèsidi), dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dell’UPS (Unione Province Siciliane). All’evento è stata invitata anche Mariastella Gelmini, ministro dell’Istruzione. (S.B.)

Il programma completo è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni:
–  Coordinamento H per i Diritti delle Persone con Disabilità nella Regione Siciliana, tel. 091 515326, salvatorecrispi@libero.it
– ANFFAS Sicilia, tel. 091 511735, info@anffasicilia.net
– SFIDA Sicilia, tel. 329 0854986, 335 369165, infosfidamessina@tiscali.it
– FLC CGIL Sicilia, tel. 091 6834218 – 6825864, organizzazione@flcsicilia.it.
Stampa questo articolo