Verso un’educazione senza barriere

Un utile momento di confronto tra studiosi, esponenti delle istituzioni territoriali e operatori del settore, per individuare condividere buone pratiche che favoriscano l’accesso ai beni culturali da parte delle persone con disabilità, nei fatti ancora difficile e non solo per la presenza di barriere architettoniche. Sarà soprattutto questo il convegno dell’8 maggio a Napoli, organizzato dall’Università Suor Orsola Benincasa

Persona con disabilità di fronte al Colosseo a RomaÈ organizzato dal Servizio di Ateneo per le Attività degli Studenti con Disabilità (SAAD) dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli il convegno intitolato Università, disabilità e beni culturali. Verso un’educazione senza barriere, che si terrà venerdì 8 maggio, presso il medesimo Ateneo (ore 9.30).
«Con tale iniziativa – spiega Ornella De Sanctis, delegato dal Rettore alla Disabilità nell’Università Suor Orsola Benincasa – vogliamo arrivare a un momento di confronto tra studiosi, esponenti delle istituzioni territoriali e operatori del settore, al fine di promuovere una riflessione significativa che tenga conto delle specifiche competenze e sostenga l’individuazione e la condivisione di buone pratiche che favoriscano l’accesso ai beni culturali da parte delle persone con disabilità, nei fatti ancora difficile e non solo per la presenza di barriere architettoniche».

L’evento – che si pone dunque come obiettivo generale quello di contribuire in maniera significativa alla cultura dell’inclusione – verrà aperto dal rettore dell’università organizzatrice Francesco De Sanctis e sarà poi coordinato dalla già citata Ornella De Sanctis. A seguire gli interventi di Lucio D’Alessandro e Piero Craveri, prèsidi rispettivamente della Facoltà di Scienze della Formazione e di quella di Lettere, della senatrice Diana De Feo (VII Commissione Cultura del Senato), del deputato Eugenio Mazzarella (VII Commissione Cultura della Camera), di Corrado Gabriele e Nicola Mazzocca, che nella Regione Campania sono rispettivamente assessore all’Istruzione e Formazione e assessore all’Università e Ricerca.

Successivamente sono previste una serie di relazioni, incominciando con Elisa Frauenfelder e Maria Antonella Fusco, docenti dell’Università Suor Orsola Benincasa e continuando con Andrea Pane dell’Università Federico II di Napoli, Emilia Napolitano, presidente di DPI Italia (Disabled Peoples’ International), Ciretta Brunetti, Carmela Pacelli e Maria Grazia Gargiulo, tutte del Servizio SAAD.
Nel pomeriggio, infine, interverranno Pasquale Gentile, presidente dell’Associazione Albergatori di Napoli; Patrizia De Socio del Centro per i Servizi Educativi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Annalisa Porzio e Maria Rosaria Iacono delle Soprintendenze per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Napoli e provincia, la prima, di Caserta e Benevento, la seconda; Andrea Socrati, responsabile per i progetti speciali del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, Vito Bardascino, responsabile dell’Area Integrazione del Progetto Scuole Aperte della Regione Campania, Ennio Paiella della Fondazione ASPHI (Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), Antonella Guidazzoli e Rosita Bacchelli, responsabili per il Consorzio Interuniversitario CINECA dei Laboratori VIS it e UXlab. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Servizio di Ateneo per le Attività degli Studenti con Disabilità (SAAD) dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, tel. 081 2522205, saad@unisob.na.it.
Stampa questo articolo