Tecnologia in arrivo per le scuole della giovane Provincia di Carbonia-Iglesias

L’innovativo Progetto “Scuol@bile”, infatti, che la Provincia sarda di Carbonia-Iglesias conta di rendere concreto sin dal prossimo anno scolastico, prevede l’acquisto di ausili tecnici e informatici per alunni con disabilità, da affidare in comodato d’uso gratuito agli istituti individuati dopo un’indagine sulle necessità. Un passaggio che potrà permettere agli studenti con disabilità di scegliere il percorso scolastico più confacente alle loro attitudini e potenzialità

Giovane con disabilità al computerLa Giunta Provinciale di Carbonia-Iglesias, in Sardegna, ha approvato nei giorni scorsi il Progetto Scuol @ bile a favore delle persone con disabilità che frequentano gli istituti superiori del territorio. L’iniziativa prevede da una parte l’acquisto di ausili tecnici e informatici per persone con disabilità, da affidare – in comodato d’uso gratuito – agli istituti scolastici individuati a seguito di un’indagine sulle necessità delle scuole, e dall’altra parte di un automezzo idoneo al trasporto degli alunni con disabilità.
Scuol @ bile – secondo un protocollo d’intesa che sarà siglato sullo schema già approvato dalla Giunta – sarà realizzato in accordo con l’Azienda Sanitaria Locale, l’Ufficio Scolastico Provinciale e il Centro Territoriale di Supporto. La Provincia si è impegnata a un cofinanziamento di oltre 54.000 euro, che andranno ad aggiungersi ai Fondi UNRRA (United Nation Relief and Rehabilitation Administration).

«Il servizio, completamente innovativo – spiega il presidente della Provincia di Carbonia-Iglesias Pierfranco Gaviano – sarà istituito a partire dall’anno scolastico 2009-2010, con l’idea di coinvolgere l’intero territorio in un’azione sinergica che persegua gli obiettivi di fornire alle scuole un’adeguata informatizzazione, mettendo a disposizione strumenti utili all’appropriata accoglienza e integrazione dell’alunno con disabilità, favorendo i processi educativi e didattici degli allievi disabili mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici all’avanguardia e permettendo agli stessi alunni disabili la scelta del percorso scolastico più confacente alle loro attitudini e potenzialità».

Fondamentale, per la predisposizione di Scuol @ abile, è stato il percorso di decentramento amministrativo, che ha poi trovato approdo nella Legge Regionale 9 del 2006 (Conferimento di funzioni e compiti agli enti locali).
«Con riferimento specifico alla disabilità, in rapporto all’istruzione – sottolinea il presidente Gaviano – la Provincia assume compiti e funzioni concernenti i servizi di supporto organizzativo del servizio, non solo per i soggetti con disabilità, ma anche per coloro che si trovano in situazioni di svantaggio, in un contesto di classe inteso come gruppo di appartenenza [articolo 73 della citata Legge Regionale 6/06, N.d.R.]». (S.B.)

Stampa questo articolo