- Superando.it - http://www.superando.it -

Che il 21 giugno segni un punto di svolta contro la SLA

L'islandese Gudjon Sigurdsson è l'attuale presidente dell'Alleanza Internazionale di Associazioni che si occupano di sclerosi laterale amiotroficaOgni anno, dal 1997, l’International Alliance of ALS – organismo che raggruppa varie associazioni di pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (SLA) di tutto il mondo, tra cui anche l’AISLA – celebra il 21 giugno l’ALS Global Day, vale a dire la Giornata Mondiale di Sensibilizzazione su questa malattia che colpisce indiscriminatamente persone di tutti i Paesi del mondo, indipendentemente dal colore della pella, dal credo religioso o dalla condizione economica, coinvolgendo sempre in modo pesante anche familiari, amici, parenti e colleghi di lavoro.
La data scelta per l’evento non è casuale: il 21 giugno, infatti, è un giorno di solstizio, un “punto di svolta” che apre la stagione estiva e ogni anno pazienti con SLA, familiari e volontari organizzano una serie di attività per esprimere la loro speranza che questo giorno possa essere un’altro punto di svolta nella ricerca per trovare la causa, la terapia e la cura di questa malattia.
Molti affiliati all’International Alliance organizzano perciò incontri con persone a cui è stata diagnosticata la SLA e con coloro che se ne prendono cura (caregivers), puntando alcuni su eventi con finalità sociali, altri su attività di raccolta fondi o semplicemente manifestando la volontà di far parte di coloro che, a livello mondiale, combattono la dura lotta contro la SLA.

Il Global Day è quindi importante perché è un giorno i cui i componenti dell’International Alliance mettono contemporaneamente in evidenza il loro ruolo e il loro impegno nella battaglia globale contro la SLA. In molti Paesi, del resto, già si celebrano giornate, settimane e mesi per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla patologia e per promuovere l’attenzione nei confronti di essa, ma solo questo giorno particolare permette di comprendere che tanti pazienti, caregivers, formatori di caregivers, medici, ricercatori, operatori sanitari e molti altri sono impegnati in questa battaglia.
Dal canto suo, l’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) sarà impegnata già dal 19 giugno e per l’intero weekend del Global Day, ad organizzare, a promuovere e a partecipare a numerose iniziative – sia a livello nazionale che locale – con lo scopo di sensibilizzare e informare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla SLA, sulle problematiche connesse, sui bisogni degli ammalati e dei loro familiari. (Filippo Bezio)

Sul sito internet dell’AISLA (raggiungibile cliccando qui) è disponibile il calendario di tutti gli eventi che vedranno coinvolta l’AISLA  nei prossimi giorni. Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa AISLA, tel. 0321 499727, ufficiostampa@aisla.it.