Quando la musica e il canto «cambiano le regole del gioco»

Si concluderà il 27 giugno vicino a Udine l’esperienza del Laboratorio Musi-Canto, percorso di sperimentazione di avvicinamento alla musica e al canto che ha visto coinvolti una decina di cittadini con disabilità. L’iniziativa – finanziata dal Comune di Tavagnacco (Udine) e realizzata dal locale Centro InfoHandicap, gestito dalla Cooperativa Hattiva Lab – ha pienamente raggiunto l’obiettivo di “cambiare le regole del gioco”, dimostrando a tutti i cittadini che una vera inclusione è possibile

Note musciali viola su sfondo neroSi concluderà con il Saggio finale, sabato 27 giugno ad Adegliacco di Tavagnacco, in provincia di Udine (Sala Parrocchiale San Clemente, ore 10), l’attività del Laboratorio Musi-Canto, progetto sperimentale per la promozione di azioni di partecipazione e socializzazione dei cittadini, finanziato dal Comune di Tavagnacco e realizzato dal locale Centro InfoHandicap, gestito dalla Cooperativa Sociale Hattiva Lab.

Attraverso tale iniziativa il Comune friulano ha inteso dare risposta alle richieste e ai bisogni espressi da alcuni cittadini, offrendo loro la possibilità di partecipare ad iniziative di aggregazione e socializzazione sul territorio. Il progetto, infatti, a carattere fortemente innovativo, ha coinvolto un gruppo di cittadini con disabilità e non in un’esperienza unica di partecipazione, socializzazione e promozione dell’inclusione sociale, facendo sì che ognuno potesse sperimentarsi in un ruolo attivo, prendendo parte alla vita sociale e culturale della città.
Grazie alla collaborazione di numerosi volontari appartenenti ai sei gruppi corali presenti sul territorio (Coro Bariglarie, Coro Tourdion, Gruppo Corale B. Cordans, Corale La Fontanute, Coro Sot il Bulâr e Gruppo Corale Chei dai Sparcs), è nata così, nell’ottobre del 2008, l’esperienza del Laboratorio Musi-Canto, percorso di sperimentazione di avvicinamento alla musica e al canto che ha visto coinvolti una decina di cittadini con disabilità.
Con l’intervento di un musicoterapista (Paride Baldusso), che ha curato i momenti di socializzazione, e di un’insegnante di canto (Lucia Bianchi), attraverso incontri serali aventi cadenza bimensile, il gruppo ha avuto modo di conoscersi, sperimentarsi e preparare un repertorio canoro, tanto da potersi esibire per la prima volta in pubblico, in occasione delle Festività Natalizie del 2008, durante una manifestazione riservata alle Corali del Comune di Tavagnacco.
Sabato 27, dunque, alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Tavagnacco, verranno presentati i risultati finali del progetto, con la testimonianza di alcuni partecipanti ad esso e la seconda esibizione pubblica del coro.

Un’esperienza, questa, certamente positiva, che ha creato occasioni di incontro, di scambio di conoscenze, di dialogo fra persone, costruendo relazioni positive attraverso il coinvolgimento delle realtà territoriali. Pienamente raggiunto anche l’obiettivo di “cambiare le regole del gioco”, andando oltre la semplice “erogazione di un servizio” e dimostrando a tutti i cittadini che una vera inclusione è possibile.

*Presidente della Cooperativa Sociale Hattiva Lab di Tavagnacco (Udine)

Per ulteriori informazioni: Cooperativa Sociale Hattiva Lab ONLUS, tel. 0432 512635, info@hattivalab.org.
Stampa questo articolo